Mortara, accusa di spaccio per animatore turistico

di Anna Mangiarotti wMORTARA Arrestato per spaccio di hashish, si sarebbe giustificato dicendo che i soldi gli servivano per pagarsi la costosa passione per i tatuaggi che andava a fare nei Caraibi. Sequestrando oltre mezzo chilo di droga, i carabinieri hanno arrestato Ugo Martinetti, animatore turistico 40enne: secondo le accuse vendeva stupefacente soprattutto in piazza Silvabella, in pieno centro. Dopo una serie di servizi di osservazione e il pedinamento di consumatori, ieri mattina i militari della stazione di Mortara hanno fatto un blitz nella villa dove vive l'uomo, arrestandolo in flagranza di reato per detenzione di stupefacenti ai fini dello spaccio.La perquisizione ha permesso di sequestrare oltre 500 grammi di hashish in panetti da un etto, e altri piccoli quantitativi suddivisi in dosi, preparate con il cellophane e pronte per la vendita. Sequestrato inoltre tutto il materiale per il confezionamento, un bilancino elettronico di precisione e contenitori in plastica. L'uomo è un animatore turistico, con base nella Repubblica Dominicana. Da diverso tempo era segnalato come sospetto: ogni volta che tornava in Italia, infatti, venica notato in piazza Silvabella e dintorni in compagnia di consumatori di droga. Alcuni ragazzi controllati dai carabinieri hanno dato come giustificazione il fatto di essere amanti dei tatuaggi. L'animatore mostrava loro i suoi, molto belli e ricercati, eseguiti da tatuatori del Mar dei Caraibi. Ma la versione non ha convinto i militari che hanno deciso di procedere a controlli più approfonditi. Per il possesso dello stupefacente, si sarebbe giustificato dicendo che lo vendeva per pagare la sua costosa passione per i tattoo.