Garlasco perde, il Lomello retrocede

GARLASCO Finisce a Cesano Boscone la stagione del Garlasco, che perde e mette da parte ogni velleità di accesso ai play off. Da qui alla fine, due partite soltanto, la squadra di Paolo Maggi giocherà per onore di firma. La squadra di Paolo Maggi cade 2-0 in casa dei milanesi. Addio sogni play off (che sarebbero stati comunque difficili da raggiungere) per i gialloblu. Un ko che condanna, di fatto, anche il Lomello alla retrocessione diretta in Prima. Questo perchè il Cesano Boscone, quint'ultimo, è salito a 15 punti di distacco proprio dal Lomello penultimo. Ed ai play out ci sarebbe dovuta essere la sfida Lomello-Cesano Boscone. Però il regolamento dice che se ci sono più di nove punti di distacco tra le squadre che si devono affrontare agli spareggi salta la sfida. Cesano Boscone, quindi, verso la salvezza: ai milanesi basta fare un punto domenica contro il Vighignolo per condannare il Lomello al ritorno in Prima dopo una sola stagione in Promozione. Ed il Garlasco? Concluderà il campionato senza infamia e senza lode. «Siamo arrivati alla sfida di Cesano Boscone con le gomme a terra» sottolinea l'esperto difensore del Garlasco Andrea Pirini. «Addio play off» fa eco un altro "vecchio" del Garlasco, il centrocampista Gianluca Beltrami. La squadra di Paolo Maggi resta a 39 punti in classifica. Non può finire ai play off e nemmeno ai play out. Nelle ultime due partite della stagione i garlaschesi, contro Lomello e Vighignolo giocheranno quindi senza più obiettivi da raggiungere. Potrebbe esserci ancora più spazio per i ragazzi del vivaio del Garlasco, già lanciati in molte occasioni durante il campionato da mister Paolo Maggi. Intanto la società della presidentessa Marina Bosco Cappiello potrà già pensare al prossimo campionato di Promozione. (s. bar.)