Smog oltre i limiti per tre anni di fila Record a dicembre

VIGEVANO L'aria della zona di Mortara, Parona e Vigevano è inquinata anche se l'inizio anno, dopo un mese tra novembre e dicembre 2013 di Pm10 (polveri sottili) da inquinamento da record, si è aperto con meno superamenti del limite. Ma l'aria è comunque inquinata: lo dicono da anni i dati dell'Arpa, l'agenzia regionale che ha centraline a Vigevano (via Petrarca e via Valletta Fogliano), Parona e Mortara. Stazioni che rilevano gli agenti inquinanti nell'aria. I tre Comuni, insieme a quello di Olevano (dove c'è la centrale a legna) nel 2013 sono stati coinvolti in un progetto pluriennale per il monitoraggio dell'aria e per capire da dove arriva l'inquinamento. I comitati ambientali puntano l'indice contro l'inceneritore di Lomellina Energia a Parona e le industrie pesanti dell'area artigianale del paese tra Mortara e Vigevano. L'associazione "Futuro Sostenibile in Lomellina" ha ricevuto risposta a un esposto presentato al ministero dell'Ambiente, visto l'inquinamento dell'aria di Mortara, Parona, Vigevano ed Olevano, in cui il ministero chiede all'istituto superiore per la protezione dell'ambiente «di fornire nel più breve tempo possibile la relazione tecnico scientifico e valutazione del danno ambientale». Questo anche grazie ai dati allegati all'esposto: quelli sull'aria forniti dall'Arpa e una relazione del Wwf sullo stato ambientale di Parona. L'inizio del 2014 a Parona si è aperto con, finora, solo 3 sforamenti (in via Valletta Fogliano a Vigevano sono stati 6) del limite del Pm10 di 50 milligrammi per metro cubo, molto probabilmente influiscono anche le condizioni climatiche. Va detto però che il 2013 si era chiuso male: 23 sforamenti dal 27 novembre al 29 dicembre che hanno portato il bilancio totale dei superamenti del Pm10 a Parona a 98 da gennaio a dicembre, quando la legge fissa come limite massimo di fuoriuscite annue 35. Inoltre dai dati della centralina Arpa di Mortara, che non rileva il Pm10 ma il Pm 2,5 (polveri ultrasottili), emerge una correlazione: quando sale il Pm10 a Parona e Vigevano, sale la concentrazione anche del Pm 2,5 a Mortara. E la politica come risponde? «Aspettiamo che termini il progetto pluriennale di analisi intercomunalio con Arpa e Provincia – spiega il sindaco di Vigevano, Andrea Sala –. Sappiamo dei superamenti del Pm10, ma vogliamo capire dai dati che avremo con questo studio da che particelle è formata questo inquinante. Così si potranno capire anche le fonti e aprire un dibattito sul territorio». «Tra un anno ci dovrebbero essere i risultati finali delle analisi congiunte», dice il sindaco di Parona Silvano Colli. Sandro Barberis