L'Upol passa in scioltezza Vigevano ko anche con Voghera

LUNGAVILLA Lungavilla torna alla vittoria contro il fanalino di coda Casalmaggiore. Dopo un primo quarto di studio (13-9) dove entrambe le squadre faticano a trovare la via del canestro, nel secondo le difese sono piuttosto allegre con Casalmaggiore, spinta da Ferrarini (il migliore con Manuto e Chiabotti), che porta a casa la frazione 28-25. Nel terzo quarto si mette in luce Farina per Lungavilla che mette a referto 12 dei 20 punti totali personali. L'allungo definitivo nell'ultimo periodo (24-15). Lungavilla vince con l'apporto di cinque giocatori che finiscono in doppia cifra. Prossima gara con Gussola in trasferta venerdì alle 21,15. Vigevano, invece, si arrende in casa contro un'arrembante Voghera. Terza sconfitta di fila per una squadra partita con l'obiettivo dichiarato di salire in serie C: ma coach Munini ostenta sicurezza e si complimenta con gli avversari. E' il rush finale (12 minuti con 3/3 dal perimetro) che premia Voghera. Vigevano è in campo senza pivot e senza play titolari e lascia passare negli ultimi due periodi Voghera, ripresasi al meglio dopo un inizio campionato sotto tono e in grado di battere la Pixel 60-69. Per coach Munini il problema dei gialloblu è stata la mancanza di carattere soprattutto in difesa: «Alla fine del secondo periodo, a +2, non avevamo gli sguardi di un gruppo determinato. E nei due quarti finali si è visto». Coach Celè invece gongola:«La classifica finora è stata bugiarda. Abbiamo dimostrato di essere una squadra». Cattaneo nell'ultimo periodo prova a rimettere insieme la baracca con un coast to coast, che in altre situazioni avrebbe fatto esplodere la Carducci, ma gli oltrepadani rispondono a tono. Restano una delle squadre di livello con possibilità di raggiungere i play off bissando il terzo posto dell'anno scorso. (m.q. - a. ball.)