Scuole, tablet al posto dei libri Presentato progetto lomellino

MORTARA Un tablet al posto dei libri di testo per gli studenti di tutte le scuole lombarde. E' questo il progetto a cui lavorano il vigile del fuoco e attivista politico di Mortara Matteo Grossi e il giornalista Davide Giacalone. Lo hanno presentato all'assessore regionale Mario Melazzini e ora contano di portarlo al ministero dell'Istruzione, per cercare i fondi necessari alla sua realizzazione. «Vorremmo digitalizzare le lezioni scolastiche con sistemi informatici e con gli ebook in grado di comunicare con le lavagne interattive, per raggiungere i livelli delle scuole del nord Europa - spiega Grossi -. Inoltre ci siamo resi conto che il progetto, qualora venisse realizzato, potrebbe creare un indotto lavorativo fuori dalla scuola. A guadagnarci sarebbero artigiani e commercianti nonché le famiglie in termini di risparmio. La nostra idea è quella di far diventare la Lombardia il contenitore della cultura scolastica italiana e prima banca dati informatica di tutte le materie per gli studenti». (s.bar.)