Binasco, bandito assalta distributore sull'ex statale

di Giovanni Scarpa wBINASCO Con il volto coperto da un casco integrale si è fatto consegnare l'intero incasso della notte, circa 15 mila euro. Obiettivo del rapinatore, il distributore Eni sull'ex statale dei Giovi, all'altezza del casello autostradale. Il colpo è stato messo a segno l'altra mattina da un bandito solitario, a bordo di uno scooter. Ha atteso che il gestore aprisse l'ufficio, poi si è presentato alla cassa aspettando il momento giusto, quando cioè non c'era nessuno alle pompe. Poi è entrato senza togliersi il casco e si è avvicinato al bancone. Prima ancora che il dipendente capisse cosa stesse succedendo, l'uomo ha estratto dalla tasca una pistola e l'ha puntata contro il gestore. Quindi gli ha intimato di consegnare i soldi. Sotto la minaccia dell'arma, il titolare della pompa di benzina non ha potuto fare altro che si è fatto dare l'intero incasso, circa 15 mila euro. Poi, con calma, è uscito dall'ufficio. «E' scappato su uno scooter di grossa cilindrata verso Milano» dice ancora sotto shock il benzinaio. Apparentemente l'uomo ha agito da solo. Il piano deve essere stato pianificato prima nei minimi particolari. La piazza di sosta dove c'è il grosso distributore Eni ospita anche, proprio a poche centinaia di metri, anche un McDonald's. Nel parcheggio, molto ampio davanti al locale, c'è un via vai continuo di auto. Tanto alla sera, quanto alla mattina. Anche presto, visto che molti automobilisti si fermano nell'area anche per fare colazione. Quindi il bandito deve aver fatto prima un sopralluogo, per capire quale era il momento buono per entrare in azione. Il rapinatore ha nascosto lo scooter dietro l'edificio, prima di entrare. Per non farsi riconoscere, non ha mai tolto il casco, come ha confermato il gestore della pompa. Questo farebbe pensare ad un pregiudicato. Di sicuro era esperto, perchè ha mostrato sangue freddo, precisione e ha portato a termine il colpo in pochissimo tempo. Una volta afferrato il bottino, è fuggito a bordo dello scooter senza che nessuno si sia accorto di nulla. Sul posto sono giunti poco dopo i carabinieri, ma ormai l'uomo si era allontanato sulla ex 35 direzione Milano, mischiandosi al traffico intenso del primo mattino e facendo quindi perdere le proprie tracce. Quella al distributore è il terzo colpo dall'inizio di quest'anno a Binasco. I due precedenti erano stati messi a segno alla farmacia di via Matteotti. Nella prima, a gennaio, il bandito (sempre un bandito solitario, questa volta armato di coltello) facendosi consegnare l'incasso. Due mesi dopo, a marzo, il bis. Stessa farmacia, probabilmente stesso bandito. Quella volta qualcuno aveva provato ad inseguirlo, ma il malvivente era riuscito a scappare fra la folla.