Torna la neve in alta valle Staffora

VARZI Una lieve scossa di terremoto è stata avvertita ieri pomeriggio alle ore 16.15 in alta valle Staffora. L'epicentro, di magnitudo 4.1, con una profondità di 10.5 chilometri, si è verificato tra l'Emilia Romagna e la Liguria nel distretto sismico della valle del Trebbia, al confine con il Brallo. I comuni più vicini all'epicentro sono quelli di Fontanigorda, Rezzoaglio, Santo Stefano d'Aveto e Ottone. In un'area tra i 10 e i 20 km la scossa è stata percepita a Borzonasca, Carasco, Cicagna, Coreglia Ligure, Fascia, Favale di Malvaro, Gorreto, Lorsica, Mezzanego, Ne, Orero, Propata, Rondanina, Rovegno, Cerignale, Corte Brugnatella, Ferriere, Zerba, oltre che, in modo lieve, a Varzi e al Brallo. Mariangela Manzini, titolare dell'Hotel Prodongo, ai Piani del Lesima, racconta: «Ero in albergo quando ho sentito un boato. Pensavo si trattasse del temporale. Inoltre, qui è comparsa anche la neve che ha raggiunto i 4 centimetri». La neve è ricomparsa nelle zone montuose delle valli Staffora e Tidone, il manto n alcuni punti ha raggiunto i cinque centimetri. «A Zavattarello, la neve è iniziata a scendere dopo le due del pomeriggio – spiega il sindaco Simone Tiglio – senza però creare alcun disagio». La neve è caduta e continua a cadere nei comuni di Menconico, Brallo di Pregola e Santa Margherita Staffora. (m.t.)