E' morto tre giorni dopo l'incidente

di Adriano Agatti wMEZZANINO PO Mercoledì pomeriggio era uscito di strada al volante della sua Panda, ieri mattina è morto nel reparto di pneumologia del San Matteo. Le condizioni di Cesare Scovenna, 48 anni compiuti venerdì scorso in ospedale e residente a Mezzanino, non sembravano gravi. Ma ieri mattina alle 6 ha accusato un malore e, per lui, non c'è stato nulla da fare. Nell'incidente, secondo il primo referto medico, aveva riportato la frattura dell'ottava costola e contusioni in diverse parti del corpo. Non sembrava certo in pericolo di vita. Purtroppo le cose sono andate diversamente. Si dovrà anche chiarire se la morte sia da collegare alle conseguenze dell'incidente oppure se sia stata provocata da un malore. L'incidente stradale era avvenuto, mercoledì pomeriggio poco dopo le 13, alla frazione Tornello di Mezzanino. Cesare Scovenna era al volante di una Panda e stava percorrendo una strada sterrata che porta verso un cascinale. L'uomo, per motivi che la polstrada di Stradella dovrà chiarire, ha perso il controllo della vettura che è uscita di strada sulla destra rispetto al suo senso di marcia. La Panda si è capottata due volte ed ha concluso la corsa in un campo. Il conducente è rimasto incastrato nelle lamiere e, per fortuna qualcuno si è accorto dell'automobile fuoristrada. L'allarme è partito con una telefonata al 118. Sul posto sono intervenuti sia il medico che gli infermieri oltre ai vigili del fuoco che hanno estratto il ferito. Cesare Scovenna era cosciente, è stato caricato sull'ambulanza che è ripartita a tutta velocità verso il Pronto soccorso del San Matteo. Qui le radiografie hanno evidenziato la frattura dell'ottava costola. E così l'uomo è stato ricoverato nel reparto di pneumologia. Le sue condizioni sembravano stazionarie sino alla notte tra venerdì e sabato quando si sono aggravate improvvisamente. Il personale di turno ha anche chiesto l'intervento dei medici del 118 ma il tentativo di rianimazione non è servito a nulla. Il cuore di Cesare Scovenna ha cessato di battere poco dopo le sei. ©RIPRODUZIONE RISERVATA