Gli ebrei a Pavia fino alla cacciata del 1597

PAVIA Ricostruisce la presenza e le tradizioni della comunità ebraica nella provincia di Pavia, prima della cacciata da parte del re di Spagna la mostra "… persone, vicende, parole ritrovate…" Gli ebrei a Pavia fino alla espulsione (1597) organizzata dalla Biblioteca Civica Bonetta – Archivio Storico Civico, in collaborazione con Università di Pavia e Archivio di Stato di Pavia che verrà inaugurata giovedì 15 settembre alle 17 in Santa Maria Gualtieri. E' il frutto di una ricerca approfondita condotta dal professor Ezio Barbieri dell'Università e da uno staff di curatori e ricercatori da lui personalmente selezionati, che hanno raccolto e analizzato una vasta documentazione proveniente dagli Archivi di Stato di Pavia e di Milano, dall'Archivio Storico del Comune di Casale Monferrato, dall'Archivio Storico Civico di Pavia, dall'Archivio General di Simancas (Valladolid, Spagna) e dall'Archivio dell'Ordine Mauriziano di Torino. Inoltre, affinché dalla ricerca fatta possa nascere un dibattito aperto sull'argomento, a corollario della mostra - sempre in Santa Maria Gualtieri - ci saranno alcuni eventi di approfondimento. Venerdì 16 settembre alle 18 Stefania Roncolato parlerà di "Contratti matrimoniali nella tradizione ebraica"; sabato 17 settembre Daniela Rando. dell'Università di Pavia, condurrà l'incontro con Renata Segre e, domenica 18 settembre, ancora Daniela Rando presiederà l'incontro con Michele Luzzati (direttore del Centro di Studi Ebraici dell'Università di Pisa). A supporto della mostra, anche un catalogo intitolato "Fideles servitores nostri ebrei in civitate Papie, Dcumenti e riflessioni sugli ebrei a Pavia fino all'espulsione" – curato da Ezio Barbieri con interventi di altri esperti - che verrà presentato il giorno dell'inaugurazione. Il volume raccoglie l'intera mole di documenti esaminati e rielaborati in funzione della mostra (che ne espone solo la parte più significativa e rimanda con le didascalie alle pagine del catalogo stesso), e rende onore al minuzioso lavoro dei collaboratori: Felice Milani, Giovanni Zaffignani, Maria Emanuela Salvione, Stefania Roncolato, Stefania Lunghi, Davide Maffi, Alba Osimo, Giuseppe Polimeri, Fabio Romanoni e Mafalda Toniazzi. La mostra rimarrà aperta fino al 4 ottobre con i seguenti orari: da martedì a venerdì dalle 16.30 alle 19.30, sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30 (lunedì chiuso). Possibilità di visite guidate. Informazioni e prenotazioni all'indirizzo: ezio.barbieri@unipv.it. Ingresso libero. (m. piz.)