La targa «Giono» del Rotary è andata allo scrittore Camon

VOGHERA. Si è svolta al circolo «Il Ritrovo» la XIX edizione della «Targa Jean Giono», premio istituito dal Rotary Club Voghera e intitolato al grande scrittore francese. Quest'anno la scelta è caduta sullo scrittore Ferdinando Camon.
Le sue opere sono state tradotte e diffuse in 25 Paesi e in Francia sono edite integralmente da Gallimard in una collana di dodici volumi.
Durante la cerimonia della premiazione, Camon, traendo lo spunto dalla propria opera letteraria, ha parlato dell'ineluttabile fine del «mondo della campagna», un mondo, secondo lo scrittore veneto, ormai scomparso insieme ai suoi valori di riferimento e ai sentimenti che lo pervadevano.
Il premio, conferito dal club vogherese ogni due anni (anni pari) alternativamente ad una personalità del mondo della cultura italiana e di quella francese, scelta dal club del paese di appartenenza, è nato nel 1972 nel segno della letteratura che affratella i popoli ed è destinato a celebrare lo spirito dell'amicizia italo-francese. Nell'affollato salone d'onore del circolo erano presenti oltre ai soci dei due Club, R. C. Voghera e R. C. de Manosque, numerose persone, autorità rotariane e cittadine, fra cui il sindaco Carlo Barbieri.