Voghera ecco la svolta, esonerato Chierico

VOGHERA. La brutta prestazione di Carate è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Nel dopo-gara le facce dello stato maggiore rossonero non lasciavano presagire nulla di buono per Paolo Chierico. Ieri l'annuncio dell'esonero.
Il nuovo allenatore del Voghera è Felice Secondini, 57 anni, ex assistente di Remondina sulle panchine di Sassuolo in C1 e Piacenza in serie B. Il direttore generale Troiano spiega i motivi che hanno portato alla decisione: «Ringraziamo Chierico per il lavoro svolto e non è la solita frase retorica. In questi nove mesi in cui gli abbiamo sempre dato fiducia, ma nel calcio i risultati sono determinanti. Non tutte le colpe sono di Chierico, ma resta il fatto che delle ultime 14 partite giocate ne abbiamo perse 8. La partita di Carate poi è stata davvero indecorosa». Perchè Secondini? «Lo conosco da anni e ho apprezzato la sua voglia di mettersi in discussione: per lui Voghera non è una soluzione di ripiego. Ha esperienza e competenza, ha già visto il Voghera quest'anno, è entusiasta della piazza e non vede l'ora di cominciare. Non sarà un traghettatore: starà qui per diversi anni. In questo periodo avrà modo di valutare bene la rosa: con lui ci confronteremo per individuare i rinforzi per l'anno prossimo. Sento parlare di nostri giocatori che si sono già accasati altrove, ma non so dove possano trovarsi meglio di Voghera». Che reazione si aspetta dalla squadra? «Era il momento di dare una svolta in previsione del ritorno con il Matera. Siamo tutti convinti di poterci giocare le nostre possibilità in una gara dove servirà uno spirito diverso rispetto a quello delle ultime partite». Chierico, convocato ieri in sede dalla società, non ha molta voglia di parlare: «Sono amareggiato, ci tenevo ad essere presente in panchina a Matera. Non è nel mio stile fare polemiche preferisco stare in silenzio per non turbare il lavoro della squadra».

Alessandro Quaglini