Fedeltà al lavoro, i premiati

PAVIA.Il Premio speciale fedeltà al lavoro e progresso economico della Camera di commercio di Pavia saranno consegnati il 6 dicembre al teatro Fraschini. Gli undici premiati durante questa 57sima edizione sono stati scelti tra imprenditori, professionisti, artisti, accademici, medici che si sono distinti nel sociale e nel volontariato, e operatori del terzo settore. Il presidente della camera di commercio Giacomo De Ghislanzoni consegnerà i 70 premi a imprese, centenari d'azienda, dipendenti sopra i 35 anni di servizio e dipendenti diventati imprenditori, oltre che a 11 personalità eccellenti legate a Pavia per nascita o lavoro. Come da tradizione il primo a ricevere il premio sarà l'ex presidente della camera di commercio Piero Mossi. Il Sigillo d'oro andrà anche ad Angiolino Stella, rettore dell'Università di Pavia e Giovanni Canelli, libero professionista di Vigevano. Un premio alla memoria ad Arturo Ferrara, fondatore dell'Officina Lavorazioni Speciali srl di Robbio, Marco Bigi Presidente della Croce verde di Pavia, Enrico Teppati, titolare della Nannetti srl di Casei Gerola, Angelo e Luigi Tessera della Tessera Sas di Bornasco e Pia Manzini, presidente de «La fucina», associazione di volontariato per ragazzi disabili di Vigevano, premiata con gli altri nella categoria «Una vita per...» per i lavoratori che negli anni di attività si sono distinti per la dedizione e i risultati. Ultima categoria speciale quella dei «Pavesi nel mondo»: a ricevere il premio saranno il pianista Giuseppe Mariotti, Micol Macellari, biotecnologa molecolare e Agenzia n.1 di Pavia per Ayamè, l'organizzazione non governativa impegnata in Africa.
Chiara Pelizza