L'Oltrepo punta su Zerbini

BRONI. L'Oltrepo vuole spezzare l'incantesimo e agguantare la prima vittoria stagionale, la Sestese vuole lasciarsi definitivamente alle spalle il brutto avvio di campionato. La sfida di Sesto Calende tra i rossoblu di Zucca, che trattano Zerbini per l'attacco, e i varesini, oppone due squadre in cerca di svolta.
Dopo un pessimo avvio, contraddistinto da tre sconfitte consecutive (con Voghera, Insubria e Ponte San Pietro), la Sestese si è riscattata espugnando Renate. Ma è difficile che la compagine varesina possa ripetere la cavalcata della scorsa stagione, che la portò a chiudere al terzo posto in classifica, poichè le ambizioni sono state notevolmente ridimensionate e il gruppo ha dovuto registrare alcune importanti partenze. Su tutte, in questa prima parte di stagione, si è avvertita la mancanza di un portiere che desse sicurezza tra i pali, visto che Pansera è passato al Lecco. Per le prime due gare di campionato, il tecnico Roncari ha utilizzato nel ruolo Cherubini, che però si mostrato incerto, poi la società è corsa ai ripari tesserando Barberis, già alla Valenzana in Seconda Divisione. Oltre a Pansera, manca all'appello anche capitan Mauri, fermo fino a gennaio per un grave infortunio al ginocchio. La politica della società è stata quella di promuovere i ragazzi della Berretti in prima squadra e dare più responsabilità ai giocatori rimasti.
La Sestese attuale dipende molto dall'estro di Magnoni (6 gol in 4 gare), punto di riferimento sia nello spogliatoio che in campo. Ha recuperato in pieno dall'infortunio Confeggi (che ha giocato 90' nel 3-2 con il Renate) al quale Roncari si affida per dare concretezza al centrocampo. L'incerto inizio è dovuto anche alla scarsa forma di Adzaip che in estate sembrava in procinto di approdare nei prof, ma non ha avuto offerte soddisfacenti. L'obiettivo di stagione diventa raggiungere la salvezza il prima possibile. La squadra dopo il colpaccio con il Renate ha ritrovato morale e in casa è tra le rivali più difficili da affrontare.
L'Oltrepo dal canto suo si prepara a questa gara con maggiore consapevolezza e convinzione dei propri mezzi. Zucca non ha a disposizione Cangelosi, non ancora recuperato dall'infortunio muscolare, mentre Mauri si è allenato con il gruppo, ma il suo utilizzo verrà deciso in extremis. A tenere banco è il rebus attacco. La società è al lavoro per dare a Zucca la prima punta di peso che manca. Da due giorni si allena con il gruppo Francesco Zerbini, possente centravanti classe 1979, già al Pizzighettone (retrocesso in D). La trattativa con il giocatore, che ha trascorso la carriera tra squadre di serie C (Lanciano, Venezia, Padova, Pizzighettone, Lecco, Lodigiani e Massese), serie B (Piacenza) e A (Perugia e Piacenza), sono avviate, però è assai difficile che l'operazione venga conclusa in tempo per la Sestese.
Marco Quaglini