Omaggio al barone-benefattore

ZINASCO.Al barone Weil Weiss, o meglio alla sua tomba da troppo tempo abbandonata, alcuni cittadini ora hanno voluto rendere omaggio. L'hanno ripulita e rimessa in ordine. Un atto di ossequio a colui che è stato un benefattore per il paese.
Ora ad interessarsi di Zinasco, ai luoghi dove cioè il barone ha vissuto insieme alla moglie, c'è anche la biblioteca trivulziana che accoglie la preziosa collezione di libri appartenuta a Giuseppe Weil Weiss.
Una collezione famosa per le edizioni di lusso con legature di pregio eseguite da artigiani italiani e francesi. Giuseppe Weil Weiss (nato nel 1863 e morto nel 1939), imprenditore di famiglia d'origine austriaca, deputato al Parlamento, fu infatti un illustre bibliofilo e mecenate.
A Zinasco Nuovo si occupò della bonifica di zone acquitrinose e con opere di canalizzazione e irrigazione riusci a trasformare la zona, che sembrava destinata all'abbandono, in un modello di coltura.
Non si curò solo delle opere agricole, ma cercò anche di sollevare le condizioni dei lavoratori. In particolare la sua generosità fu rivolta alla frazione Bombardone, a lui tanto cara da sceglierla come luogo dove essere seppellito.
Li fondò un asilo per bambini che affidò a suore e fece anche una scuola di cucito per le ragazze del paese. Ecco perché oggi alcuni cittadini hanno deciso di non dimenticare il bene fatto dal barone per il paese.
Volontariamente si sono messi a strappare le erbacce che ormai ricoprivano il suo sepolcro restituendogli la merita dignità.
Zinasco rende dunque omaggio al suo illustre concittadino, che ha legato a sè tante memorie sulal storia del piccolo centro del Pavese e sollecita anche tanti interessi culturali e sociali. (r. co.)