Tebaldi, il sorriso della diva al Museo della Scala

MILANO.Al Museo del Teatro alla Scala è stato inaugurato uno stupendo ritratto di Renata Tebaldi, l'eccelsa cantante che era stata definita 'voce d'angelo" da Arturo Toscanini. La tela è stata dipinta da Ulisse Sartini; gli era stata commissionata da Tina Viganò, l'amica-confidente-alter ego del soprano. La Tebaldi è ritratta con indosso un abito che ricorda il costumev della 'Fedora" di Umberto Giordano; tra le mani stringe una rosa particolare, quella alla quale i maestri fiorai avevano dato il suo nome. In una sala del Museo gremita all'inverosimile, alla presenza di artisti famosi, amici ed estimatori giunti da ogni parte, il sovrintendente e direttore artistico della Scala Stephane Lissner ha scoperto il quadro, coadiuvato dalla decana dei soprano, la grande Magda Olivero, che ha rievocato la sua amicizia con Renata Tebaldi. Accanto al ritratto verrà collocata una preziosa parure di gioielli appartenuta alla cantante: l'aveva indossata in un allestimento di 'Traviata" e lei stessa l'aveva messa all'asta per beneficenza. L'Associazione 'Amici della Scala" era riuscita ad aggiudicarsela e ora l'ha donata al Museo. Acclamatissimo l'autore del dipinto, il celebre ritrattista di fama internazionale Ulisse Sartini, nato a Ziano Piacentino. La sua formidabile capacità richiama quella dei grandi maestri del Rinascimento di cui ha appreso l'iconologia e la tecnica perfetta. I suoi ritratti risultano il meglio del realismo italiano, scandagliando l'anima più intima del personaggio. Sono ormai trent'anni che il grande pittore fissa sulla tela i volti dei personaggi più carismatici e famosi. Nel lungo elenco di artisti lirici ritratti dal maestro Sartini troviamo Luciano Pavarotti, Joan Sutherland, Magda Olivero, Mario Del Monaco, la Callas, la Savignano.
Achille Mascheroni