Pensionati, giovani nel cuore per sostenere Andrea Albergati

PAVIA.Quasi nessuno può definirsi politico di professione, e non tutti, a dispetto della forza che rappresentano, appartengono alla terza età. I candidati alle elezioni provinciali per la lista dei Pensionati, che sostiene Albergati, si sono presentati ieri, nel corso di una conferenza stampa. Portano entusiasmo e voglia di mettersi in gioco. «C'è una volontà di cambiamento - ha spiegato Tiziano Casarini, responsabile provinciale, e candidato per il collegio di Casteggio e Landriano -. Vogliamo partire dalla difesa dei valori umani e sociali, per garantire assistenza, sicurezza e dignità». Il partito dei Pensionati offre, per la vicina scadenza elettorale, una rosa di nomi. Ad aprire le danze è Ciro Troccoli, insegnante di lettere e candidato nel collegio di Belgioioso e San Alessio: «E' la prima volta che questo partito si presenta alle provinciali. L'obiettivo è fare in modo che i pensionati possano essere rappresentati». Per molti si tratta di un'esperienza nuova. Come per Silvio Caleffi(Broni), che ha sottolineato la «necessità di farsi conoscere di più», e Natalia Pernice(Casorate), che ha però già curato la campagna nazionale del partito. Tecman Cornacchini(Vigevano), spera di «ottenere tanti voti», mentre conta nella propria esperienza, essendo anche membro del consiglio nazionale, Emanuela Rocchi(Chignolo Po), che si è detta «orgogliosa di potere appoggiare Albergati e il suo programma». Tra i 'veterani" (non certo per età) figura anche Carla Marchesani(Gambolò): «Abbiamo già lavorato bene per le politiche, lo faremo anche stavolta». Vogliono contribuire anche Luciano Patrucchi(Garlasco), Milena Conti(collegio Mede e Sannazzaro), Luciano Aluffi(Pavia 4), Gian Carlo Bruno Ferrari (Pavia 5), Irma Ottoboni(Santa Maria della Versa), Vanda Cornetta(San Martino), Raffaele Sala(Varzi), Marco Centenaro(Voghera 1). Ha accettato la proposta di candidatura anche Saverio Commodaro(Pavia 1 e 3), mentre non è candidato, se pure lavora 'dietro le quinte" per il partito, Saturnino Servidio, che ha posto l'accento sulla politica agraria. (m. fio.)