L'appello del sindaco: «Torni la sagra del riso»

VALLE.«Il Gruppo sportivo torni a organizzare la Sagra del riso, strumento per far conoscere il nostro paese a livello regionale e per raccogliere fondi per le squadre giovanili di calcio locali». L'appello parte dal sindaco Paolo Rossi Ardizzone e dall'assessore Marco Maggioni: da due anni il ventennale appuntamento gastronomico è ormai un ricordo, vittima della carenza di personale e di alcuni problemi tecnici. Ora, l'amministrazione comunale sprona il presidente Carlo Pavesi e i suoi collaboratori a riaccendere i motori. «Vorremmo che la Sportiva tornasse alle origini, cioè promuovere iniziative che dovrebbe andare indirettamente a favore dei piccoli calciatori - spiega il sindaco Rossi Ardizzone -. Negli ultimi tempi, l'associazione si è limitata ad affittare i capannoni ad altre realtà limitrofe, mentre qualche associato era più attento al colore politico o alle persone che siedono in giunta. Mi sembra un atteggiamento sbagliato: la Sportiva deve fare aggregazione, lavorare per il paese e di conseguenza anche per i nostri calciatori in erba». Il sindaco ricorda anche il grande successo riscosso negli ultimi anni dalla sagra di settembre, di recente spostata a luglio: «Ricordo che negli anni d'oro si esponevano gli striscioni pubblicitari perfino a Milano. Inoltre, quando era in concomitanza con la Sagra della Rana, molti arrivavano a Valle perché a Sartirana trovavano tutto pieno». Sulla stessa lunghezza d'onda anche l'assessore Maggioni, che segue in particolare il mondo associazionistico dall'interno del Comitato del Palio dei Bärläfüs: «Invito il presidente Pavesi e il Gruppo sportivo a prendere in considerazione l'idea di riorganizzare l'evento estivo». (u.d.a.)