Chiama il papà carabiniere e fa arrestare le due ladre

SASSARI.Hanno cercato di penetrare da una finestra in una abitazione di Tempio Pausania ma due ladre non hanno fatto i conti con una bambina coraggiosa di otto anni che si trovava sola all'interno della casa e che ha chiamato il padre, maresciallo dei carabinieri, il quale con i suoi colleghi è giunto in breve tempo nell'appartamento riuscendo a bloccare ed arrestare le due nomadi. La ragazzina ha raccontato di aver seguito attentamente tutte le mosse delle due ladre. Le nomadi hanno ripetutamente suonato alla porta e lei le ha viste bene dallo spioncino. Ha quindi pensato di non rispondere, non aprire la porta e di telefonare subito al papà carabiniere nella vicina stazione. Nel frattempo le due nomadi credendo che nell'appartamento non vi fosse nessuno, hanno iniziato a scardinare con un grosso cacciavite una finestra adiacente l'ingresso. Mentre la bambina si nascondeva in una stanza per cercare di evitare di essere vista sono giunti in breve tempo in forze i carabinieri di Tempio che hanno bloccato ed arrestato Silvana Djordjevic, di 25 anni, nata a Milano, e Klaudja Radu, di 23, nata in Jugoslavia, che sono state rinchiuse in carcere a disposizione della magistratura.