I sordomuti hanno voluto ricordare Furio Bonora

GROPELLO.Si é tenuta ieri pomeriggio, al cimitero comunale, una cerimonia in occasione della Festa nazionale dell'ENA, l'Ente Nazionale Sordomuti. Nell'occasione, una folta delegazione di rappresentanze e di sordumuti associati all'ENS, hanno partecipato alla funzione in memoria di Furio Bonora, sepolto nel cimitero gropellese, nella tomba di famiglia, alla sua morte avvenuta a Belgioioso il 13 marzo 1992. Furio Bonora, nato a Gropello nel 1925, era diventato sordomuto a 6 mesi. Riusci a superare le difficoltà e divenne insegnante al pio Istituto Sordomuti di Pavia. Fece poi carriera e divenne presidente nazionale dell'ENS dal 1982 al 1987.
Furio Bonora divenne poi Commendatore al merito per scelta del presidente della Repubblica. Alla cerimonia erano presenti anche la moglie Adriana Mauri e il figlio. Ad aprire il corteo che si è diretto al cimitero, il gagliardetto dell'ENS, seguito dal consigliere nazionale Armando Pedulla, il rappresentante del consiglio regionale Gianfranco Zanchi, il presidente ENS di Cremona Giovanni Tornelli, il presidente di Pavia Marco Gallotti ed una delegazione di rappresentanti di altre province italiane e di sordomuti che fanno capo all'Ente nazionale Sordomuti. A rappresentare il Comune di Gropello, l'assessore all'Istruzione Margherita Zorzoli che ha sottolineato l'emozione di partecipare ad una cerimonia in ricordo di Furio Bonora. Ha garantito il sostegno dell'amministrazione all'opera di diffusione e di sensibilizzazione realizzata dall'ENS, a partire dalla sede pavese.