Il matematico Franco Brezzi riceve un premio internazionale a Pechino

PAVIA. Prestigioso riconoscimento internazionale al matematico pavese Franco Brezzi, professore ordinario di analisi matematica a Ingegneria. E' stato premiato con la Gauss-Newton Medal, una medaglia alla carriera, dall'Associazione Internazionale di Meccanica Computazionale (Iacm), in occasione del congresso internazionale svoltosi a Pechino dal 6 all'11 settembre. A darne notizia al rettore Roberto Schmid con una lettera è Marco Luigi Bernardi, direttore del Dipartimento di matematica 'F. Casorati" dell'Università di Pavia. «Il premio - scrive tra l'altro Bernardi - mette in evidenza l'eccellenza, a livello internazionale, della sede di Pavia per quanto riguarda l'analisi numerica e la matematica applicata».
«I matematici pavesi - scrive Bernardi a Schmid - sono lieti di comunicare che il collega Franco Brezzi, professore ordinario di analisi matematica nella facoltà di Ingegneria dell'Università di Pavia, è stato premiato con la 'Gauss-Newton Medal" dalla 'International Association for Computational Mechanics (Iacm)", in occasione dell'ultimo congresso internazionale della stessa Iacm, tenutasi a Pechino il 6-11 settembre. Si tratta di un altissimo riconoscimento internazionale, assegnato per la prima volta a un matematico 'per i suoi straordinari contributi scientifici in campo della matematica computazionale"».
Franco Brezzi, 59 anni, laureato in matematica a Pavia nel 1967 e professore straordinario nel Politecnico di Torino dal 1976 al 1977, è attualmente (e dal 1978) professore ordinario di analisi matematica nella facoltà di Ingegneria di Pavia. Egli è stato direttore dell'Istituto di Analisi Numerica (Ian) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) dal 1992 al 2002 ed è attualmente, dal 2002, direttore dell'Istituto per la Matematica Applicata e le Tecnologie Informatiche (Imati) del Cnr.
Brezzi è direttore e membro del comitato di redazione di 24 riviste scientifiche internazionali nei campi dell'analisi numerica e della matematica applicata. E' autore di oltre 150 lavori scientifici, molti dei quali in collaborazione con illustri matematici applicati o ingegneri stranieri. E' stato professore visitatore e conferenziere in molte istituzioni scientifiche internazionali ed è socio di accademie.
Gli interessi scientifici di Brezzi riguardano soprattutto il campo di ricerca dei Metodi numerici per le equazioni differenziali alle derivate parziali. In particolare, dal punto di vista degli strumenti metodologici, egli lavora principalmente sui metodi agli elementi finiti. Dal punto di vista delle applicazioni, Brezzi si è interessato particolarmente di problemi provenienti da vari settori dell'ingegneria, come la Meccanica strumentale, la Meccanica dei fluidi e l'Elettromagnetismo.
Molti dei risultati conseguiti dal prof. Brezzi sono entrati a far parte della letteratura matematica e ingegneristica internazionale e dei codici di calcolo scientifici, industriali e commerciali. Sotto la guida del prof. Brezzi si sono formati molti studiosi di livello internazionale nel campo dell'analisi numerica e della matematica applicata.
Brezzi è considerato oggi, in campo internazionale, uno dei massimi esperti nel settore dell'Analisi numerica e della Matematica applicata. Egli è uno dei tre matematici (e dei 46 studiosi italiani di tutte le discipline scientifiche) inseriti nella graduatoria internazionale degli scienziati più citati.
«Il conferimento della 'Gauss-Newton Medal" Brezzi - conclude il direttore Bernardi - mette in evidenza l'eccellenza, a livello internazionale, della sede di Pavia per quanto riguarda l'analisi matematica e la Matematica applicata e mette anche in evidenza l'importanza dell'uso della matematica». (s. c)