Da oggi non si paga il posteggio al sabato

CASTEGGIO. Già a partire da oggi non si pagherà più il sabato pomeriggio per posteggiare l'auto a Casteggio. La recente tavola rotonda tra Comune e rappresentanti del commercio cittadino si è aperta subito con questa buona notizia. «Mi sono occupato personalmente di prendere contatto con la ditta Colombo, che gestisce il sistema dei posteggi a pagamento», dice il sindaco Michele Manfra.
«Ho avuto modo di registrare la piena disponibilità ad eliminare il pagamento del sabato pomeriggio. A partire da oggi, precisamente dalle 12,30, non si pagheranno più i posteggi nelle linee blu. Appositi cartelloni avviseranno gli automobilisti sull'entrata in vigore delle nuove regole». Ma la riunione tra amministratori comunali, Ascom, Comitato Clastidium e rappresentanti del mercato ha fatto registrare anche altre sorprese, come il possibile ritorno del luna park in pieno centro. «Stiamo valutando l'ipotesi di collocare le giostre nella rinnovata piazza Martiri della Libertà, anziché confermare l'attuale collocazione situata presso l'area fieristica di Via Truffi. E' una soluzione complessa, a cominciare dalla questione posteggi e viabilità, tuttavia il ritorno del luna park vicino al centro gioverebbe a tutti - dice Giorgio Allegrini, assessore comunale al commercio - E' nostra intenzione anche disporre le bancarelle della fiera in centro, magari lungo via Garibaldi e via Gramsci, integrandole magari con quelle del mercato collocate sulle due piazze. Riguardo al problema parcheggi ne discuteremo con l'Ente Ferrovie per utilizzare, non solo la domenica mattina, la vasta area vicino alla stazione». Sempre piazza Martiri della Libertà è al centro di un altro progetto destinato ad attirare visitatori a Casteggio. «Domenica 12 dicembre si terrà il mercatino di Natale con 30 espositori, inoltre saranno organizzate iniziative di contorno per i bambini. Sarà premiata anche la vetrina più bella allestita durante il periodo natalizio. Durante l'anno piazza Martiri ospiterà mercatini tipici dove si venderanno prodotti biologici. Più in generale, in futuro diventeranno a destinazione commerciale e produttiva diverse zone del territorio casteggiano. In accordo con la Provincia si farà in modo che non nascano nuovi centri a grande distribuzione». (s.d.).