Trasportava ovuli di cocaina corriere condannato a 4 anni

OLBIA Era stato fermato, nel settembre dello scorso anno, al suo sbarco nel porto di Olbia.Dopo i sospetti delle forze dell'ordine l'uomo, J.G.Jegede, un giovane di 36 anni originario del Benin, un paese dell' Africa occidentale, era stato sottoposto ai raggi X dove risultò avere ingerito diversi ovuli di cocaina. Il giovane, dopo il recupero della sostanza stupefacente, venne arrestato e ieri è stato sottoposto a processo con rito abbreviato davanti al gup del Tribunale di tempio, che lo ha condannato a 4 anni di reclusione. Il giovane africano, assistito dall'avvocato Salvatore Masia, è scoppiato a piangere non appena il magistrato ha letto la sentenza.L'uomo, che dallo scorso inverno si trova agli arresti domiciliari in una abitazione del nord dell'isola, era stato ingaggiato da una banda di trafficanti di droga per trasportare la cocaina dalla penisola in Gallura, garantendo al "corriere" poche centinaia di euro una volta consegnata la merce al suo arrivo nell'isola.