Ricordo di Michele Papandrea, il sindaco eroe della Grande Guerra

di Pietro Rudellat wNUORO È passato un secolo dall'inizio della Prima Guerra Mondiale, la Grande Guerra, dalla quale venne fuori un mondo diverso, mai più come prima. Oltre 15 milioni di morti in una guerra che cambiò la vita di centinaia di milioni di persone, fra i quali migliaia di soldati sardi. Domani all'Exmè in piazza Mameli un convegno ricorderà Michele Papandrea, sindaco di Nuoro, caduto nella Grande Guerra. «L'intenzione è riportare alla memoria dei nuoresi figure del passato spesso dimenticate – ha detto l'assessore alla Cultura Sebastian Cocco –. Quella di Papandrea è una figura romantica della nostra storia cittadina. Un sindaco che volle arruolarsi nonostante fosse fuori dalle liste di coscrizione e che perse la vita nella battaglia dei "Tre Monti" contro l'esercito austroungarico. Vogliamo riconsegnare alla città la figura di un concittadino illustre, rendendogli così il giusto tributo». «Papandrea venne eletto sindaco di Nuoro appena un mese dopo lo scoppio della Grande Guerra – ha aggiunto Marina Moncelsi – Era un uomo che ripudiava la guerra, ma si sentì in dovere di partecipare alla guerra, come fecero moltissimi giovani nuoresi». L'Istasac, l'istituto che insieme con il Comune e la Fondazione Banco di Sardegna organizza il convegno, intende successivamente coinvolgere le scuole cittadine, seguendole in un percorso di approfondimento dello studio della Prima Guerra Mondiale. «È nostra intenzione – ha detto Marina Moncelsi – coinvolgere le scuole e organizzare visite al museo della Brigata Sassari e far conoscere la cinematografia dedicata alla Grande Guerra, accomunata da una comune visione pacifista». Il convegno si aprirà alle ore 10.30. previsti gli interventi di Aldo Borghesi, marina Moncelsi, Alberto Monteverde, Antonio Pinna, Giuliano Chirra e Giorgio Madeddu. Alle 19 infine Giovanni Carroni proporrà "Bachisio Spanu:l'epopea di un contadino sardo alla guerra", mentre il Tenore Populos chiuderà la manifestazione con alcuni brani dedicati ai fanti sardi.