B femminile di calcio, l’Atletico Oristano parte col piede giusto

ORISTANO Un esordio segnato da una vittoria netta sul campo casalingo domenica scorsa nel derby sardo contro il Caprera della Maddalena e la partenza del campionato vicinissima, il prossimo 18 ottobre in trasferta a Milano. L'Atletico Oristano parte bene per la stagione 2015-2016 ma per il neo incaricato mister Mario Silvetti, ritornato alla panchina delle oristanesi dopo la parentesi della gestione di Manuela Tesse, anche lei una ex Torres Sassari, c'è da restare cauti. «Siamo ancora rallentati dai carichi di lavoro che contraddistinguono la fase iniziale della stagione le ragazze devono riprendere i meccanismi di gioco, in particolare manca l'automatismo. Ci stiamo però impegnando e stiamo lavorando bene, siamo sulla strada giusta». L'esordio di campionato in Lombardia coinciderà con un altro appuntamento importante: le ragazze del presidente Luciano Flore saranno ospitate in corso Buenos Aires nel megastore di Zuiki, il marchio che ha fornito quest'anno alle oristanesi l'abbigliamento sportivo. La squadra oristanese è stata invitata a presenziare a un servizio fotografico che promuoverà il marchio in tutta Italia. «Si tratta di una opportunità importante per Oristano di farsi conoscere con una delle sue realtà sportive più importanti, nonché per la Sardegna tutta, dove dopo la scomparsa della Torres siamo rimasti appena in tre a portare avanti questo sport nell'Isola» ha commentato mister Silvetti. Le ragazze non devono in ogni caso perdere l'obiettivo del campo e tra le fila delle già collaudate giocatrici arrivano dei rinforzi di spessore. Anzitutto due ex torresine: si tratta del centrale difensivo Eleonora Piacezzi, classe 1995 e già in azzurro nell'Under 19 ed ex Atalanta in serie A, e della punta Sabrina Marchese, anche lei assidua frequentatrice delle Nazionali giovanili Under 17 e Under 19 e vincitrice con le Azzurrine nel luglio 2008 degli Europei Under 19. Ultimo, ma non meno importante, è l'acquisto del nuovo portiere dell'Atletico Oristano, la neo convocata nella Nazionale maggiore Sabrina Tasselli, classe 1990 e che arriva dalla Riviera di Romagna. ""Senza dimenticare – chiude Mario Silvetti – lo zoccolo duro della squadra, che resta compatto e che può contare sulle protagoniste della passata stagione come Veronica Sotgiu, Claudia Carai, Sara Pieri e Isabella Carta». Caterina Cossu