Dorgali capitale dell’arrampicata

DORGALI Con le sue mille vie Dorgali è la capitale del free climbing. Lunedì scorso spettacolare esibizione nelle falesie di Cala Fuili a Cala Gonone dei campioni internazionali di arrampicata sportiva Patxi Usobiaga e Joe Kinder. Evento organizzato dalla società Zente con la collaborazione tecnica dell'associazione sportiva dilettantistica Asd. Attaruia Climbing e il comune di Dorgali. Manifestazione che rientra nell'ambito delle attività previste per la Borsa Internazionale del Turismo Attivo in Sardegna 2015, in programma a Dorgali dal 2 al 4 ottobre. L'esibizione che ha visto come protagonisti due tra i più forti scalatori internazionali, lo spagnolo più volte campione del mondo Patxi Usobiaga, e il seguitissimo atleta professionista statunitense Joe Kinder. Presenti inoltre i due top climbers sardi Matteo Marini e Matteo Calledda. Gli atleti hanno dato spettacolo e prova della loro abilità con prese, progressioni ed evoluzioni da brivido sulle difficili vie di arrampicata sportiva dei settori Raoni e Scalini di Cala Fuili. L'esibizione fa da introduzione al "Cala Gonone Endurance Climbing 2015", manifestazione sportiva che culminerà il 3 ottobre 2015 con una grande competizione di arrampicata a coppie su roccia, con climbers provenienti dalla tutta la regione e non solo. Ospite speciale della competizione del 3 ottobre il notissimo arrampicatore, alpinista e guida alpina Maurizio Zanolla in arte Manolo. «È una soddisfazione assistere alla performance di questi due atleti di livello internazionale – commenta l'assessore allo sport Giovanni Mereu – non è un evento raro nel nostro territorio incontrare campioni di un certo livello perché è una delle mete più ambite dagli amanti di questo sport a livello direi mondiale. Una soddisfazione accoglierli nel migliore dei modi soprattutto dando la sicurezza nell'ascesa in parete in tutte le vie». Arrampicata sportiva che a Dorgali si pratica ormai da 35 anni e che ha visto tutti i migliori atleti di livello internazionale. «Abbiamo circa mille vie nel nostro territorio tra Dorgali e Cala Gonone su tremila vie in tutta la Sardegna – sottolinea Mereu –. Siamo il fiore all'occhiello nell'isola per questo sport, ma anche una delle località di punta in tutta l'Italia». L'amministrazione comunale di Dorgali non poteva non interessarsi di questo fenomeno per anni ignorato. «Si è cercato in tutti i modi di capire in che modo si potesse intervenire anche con l'aiuto di arrampicatori e frequentatori delle nostre pareti. Tengo a ringraziare particolarmente uno degli arrampicatori di livello più elevato in Italia che ci ha dato una mano in modo del tutto volontario. Si tratta di Pietro Dalprà, profondo conoscitore del nostro territorio. Con lui abbiamo deciso come concretizzare la nostra attenzione, alla fine si è tradotto in qualcosa di molto concreto che oggi sta diventando realtà. Tre anni inseguendo un sogno che sicuramente si concluderà entro la fine di settembre quando daremo in appalto la messa in sicurezza di almeno 800 vie di arrampicata. Messa in sicurezza che verrà effettuata rispettando l'impronta data dall'arrampicatore che le ha aperte per primo. Senza snaturare la via stessa rispettando quella era l'indicazione data dall'atleta. Messa in sicurezza significa cambiare tutti gli agganci difettosi che hanno subito le intemperie, le correnti galvaniche ecc. Soprattutto quelle pareti a picco sul mare. Entro il 2016 riusciremo a completare questo percorso di messa in siccureza delle vie». »Sarà il primo passo della messa in sicurezza da parte dell'amministrazione, mi auguro che anche le amministrazioni che verranno prendano questo nostro segnale per dare impulso al fenomeno dell'arrampicata che porterà ad un censimento più attento delle vie, ad un regolamento di fruizione, di utilizzo e è sicuramente una divulgazione della disciplina». Nino Muggianu