Cieco uccide la moglie malata di Parkinson

Ha i contorni di un dramma familiare, provocato dalla solitudine e dalla malattia, la morte di un'anziana malata di Parkinson trovata senza vita ieri mattina a Pavia. Il marito cieco l'ha uccisa e poi ha tentato il suicidio: in ambulanza l'uomo si è lasciato sfuggire: «Ho aiutato mia moglie a morire». Ora è in gravissime condizioni in Rianimazione in ospedale ed è stato posto in stato di fermo. È probabile, dagli attuali riscontri, che Giacomo Lodola, 80 anni, abbia strangolato la moglie Lina Boccardo, di 75 anni mentre era assente una delle due badanti che li seguivano. Alcuni segni trovati sul collo della donna non sembrano lasciare dubbi, anche se sarà l'autopsia a stabilire le esatte cause del decesso. Lodola è non vedente da più di 40 anni. Era sua moglie ad occuparsi di lui, ad aiutarlo ad affrontare i problemi quotidiani legati alla sua cecità.