Musica da cinema la cifra del coro Nova Euphonia

SASSARI Ha appena quattro anni di vita, ma nel suo curriculum c'è già ha un lungo elenco di successi. Il coro Nova Euphonia, 36 elementi, nella stragrande maggioranza composto da giovani sotto i trent'anni, con un eclettico direttore, Vincenzo Cossu – professore di lettere al Nautico di Porto Torres, cantante, poeta – ha al suo attivo anche la partecipazione al matrimonio di Elisabetta Canalis con il chirurgo americano Brian Perri. Lo scorso 14 settembre, nella Cattedrale d i Alghero, i cantori sassaresi hanno intonato la splendida Hallelujah di Cohen, accompagnato Bianca Atzei nel Deus ti Salvet Maria, ed eseguito l'Ave Maria di Schubert con il soprano Maria Teresa Pasta. Brani classici che le ricercate vocalità di Nova Euphonia hanno intepretato emozionando i presenti. Anche se il cavallo di battaglia dell'ensemble vocale è la musica da cinema «in cui ci siamo specializzati e che, unici in Sardegna, eseguiamo – racconta il maestro Cossu –. Una scelta che nasce dalla mia passione per il cinematografo e che ci ha portato grandi soddisfazioni. Tanto per fare un esempio, siamo stati tra i cori che hanno eseguito in prima mondiale le musiche che il noto compositore inglese Jonathan Rathbone scrisse come colonna sonora di una serie di film muti risalenti al 1912. E altri riconoscimenti importanti ci hanno convinto di continuare a percorrere questa strada». Del resto quando Vincenzo Cossu mise su il gruppo nel 2010 gli "impose" come condizione la vincita di un premio internazionale: «E infatti arrivammo primi, solo dopo nove mesi di prove, al prestigioso "Pietro Argento"». «Ci piace fare intrattenimento, eseguire brani coinvolgenti – affferma Cossu –. Il nostro progetto è quello di cine-concerto, che tre anni fa eseguimmo per la prima volta al teatro Smeraldo, che abbiamo proseguito con il World Music Festival nello stesso teatro e che riproporremo il prossimo dicembre». Uno spettacolo, quello del cine concerto, che fonde insieme, canto, immagini e poesia. Poesia che Cossu ha nel sangue come il canto. Tra le sue soddisfazioni c'è anche quella di aver vinto i premi Città di Sassari e Nosside.