Conquistano Firenze i cioccolatini al miele della "Dolce Peano"

Si chiama Sennariolo il bellissimo e soprattutto buonissimo cioccolatino prodotto dagli Artigiani del Dolce Peano di Ozieri vincitore dell'International Chocolate Award europeo nella categoria "Milk. Ganaches and truffles", cioccolatini al latte ripieni. Il suo nome è stato scelto in onore del piccolo paese in provincia di Oristano vicino a Magomadas da dove proviene il miele di corbezzolo che ne costituisce il particolare e gustoso ripieno, prodotto dal giovane apicoltore Davide Brisi. Un prodotto genuino al cento per cento: caratteristica che è stata particolarmente apprezzata dai giudici dell'Award, che infatti gli hanno concesso la medaglia d'oro. (b.m.) di Barbara Mastino wOZIERI Un altro prestigioso riconoscimento è presente da qualche tempo nella "bacheca dei trofei" della pasticceria Artigiani del Dolce Peano di Ozieri: la medaglia d'oro nella finale europea dell'International Chocolate Award tenutosi in questa edizione 2014 nella suggestiva cornice di Firenze. La cioccolateria ozierese ha trionfato nella categoria "Milk. Ganaches and truffles", quella riservata ai cioccolatini al latte ripieni, con la sua "Milk chocolate praline filled with bitter honey", un delizioso cioccolatino al latte ripieno di miele al corbezzolo. Una vera e propria prelibatezza che ha conquistato il cuore e soprattutto il palato dei giudici, circa settanta esperti dell'arte dei maitre chocolatier provenienti da ogni parte del mondo per valutare i partecipanti alla gara, e che ha consentito alla pasticceria di Ozieri di conquistare l'accesso alla finale internazionale che si terrà in autunno in Gran Bretagna. I gustosi dolci, per la maggior parte "reinvenzioni" dei classici della tradizione ozierese e non solo, e i soprattutto i cioccolatini degli Artigiani del Dolce Peano, pasticceria gestita dai coniugi Michele e Rita - con il secondogenito Davide, appena ventiduenne, come responsabile della produzione - sono noti e apprezzati in Sardegna e nella penisola, ma anche ben oltre: dai paesi europei alla Russia, dal Brasile sino agli Emirati Arabi, Bahrein, Dubai (grazie anche alla certificazione kosher per i paesi musulmani che si aggiunge a quella halal per l'alimentazione ebraica). La vittoria dei giorni scorsi è quindi un traguardo ma anche un ulteriore punto di partenza per un'azienda che in pochi anni, partendo quasi da zero, ha conquistato vette altissime, ha partecipato alle fiere più importanti ed esporta i suoi prodotti praticamente quasi ovunque. Un fiore all'occhiello per Ozieri, che ha una lunga tradizione nella produzione dolciaria, e per la Sardegna intera; un artigianato di altissimo livello che ora vede nuovamente premiato il suo impegno con questo ennesimo riconoscimento internazionale. Un premio del tutto inatteso, come confida Michele Peano, che ora si prepara per conquistare la giuria britannica. «Il primo posto di categoria conquistato a Firenze – dice infatti Michele Peano – è stato del tutto inatteso, anche perché ci eravamo presentati alla gara per fare un'esperienza e per confrontarci da vicino con i migliori maitre chocolatier d'Europa, e quindi davvero non ci aspettavamo di vincere qualcosa, tantomeno una medaglia d'oro. Sapevamo infatti che ci saremmo trovati davanti una folta pattuglia di giudici espertissimi e un regolamento molto rigido, ma ci siamo fatti trovare pronti e alla fine, a dispetto delle attese, è andata nel migliore dei modi». Il regolamento della gara è appunto piuttosto rigido, sia per quanto riguarda le modalità di lavorazione sia soprattutto per quanto concerne l'utilizzo degli ingredienti: si possono utilizzare infatti solo prodotti di altissimo livello e sono assolutamente vietati i conservanti e gli aromi artificiali. Ingredienti di qualità che sono il marchio di fabbrica degli Artigiani del Dolce Peano, che martedì 8 luglio saranno ospiti dell'Esmeralda Boutique nella settimana della moda "Porto Cervo Fashion Week" in corso in questi giorni, dopo la positiva recente collaborazione con il Grand Hotel Ma&Ma; di La Maddalena.