Arst: la Filt-Cgil chiede nuovo incontro a Cappellacci

SASSARI Il pagamento della quattordicesima e l'assicurazione che anche lo stipendio di agosto sarà versato regolarmente hanno scongiurato il pericolo di agitazioni dei dipendenti Arst, con il relativo blocco del trasporto pubblico locale. Ma la vertenza prosegue, fa sapere il segretario provinciale di Sassari della Filt Cgil, Arnaldo Boeddu, che continua «ad essere fortemente critico nei confronti dell'attuale giunta regionale per come sta gestendo il settore dei trasporti. È semplicemente assurdo e controproducente lasciare in una vera e propria instabilità economica una azienda regionale con i conti in ordine». Per evitare che «quanto scongiurato non si ripresenti in autunno», Boeddu auspica che i sindacati vengano convocati dall'assessore regionale ad interim ai Trasporti, Cappellacci, subito dopo la pausa estiva». Il sindacalista ricorda anche il problema delle imprese fornitrici di servizi (carburanti, pezzi di ricambio, pulizie uffici, igienizzazione autobus) che, a causa del reiterato e ritardato pagamento delle fatture, a loro volta non pagano gli stipendi ai propri dipendenti.