In visita una delegazione di Oliva

OZIERI Un appuntamento importante attende oggi l'amministrazione comunale di Ozieri che questa mattina, intorno alle 11, riceverà in municipio una delegazione ufficiale della Città di Oliva (Valencia) in visita a Ozieri allo scopo di consolidare il legame che da oltre cinquecento anni lega la cittadina del Logudoro ai conti di Oliva della famiglia Centelles. L'incontro ufficiale, davanti a tutte le autorità locali, avverrà nella sala consiliare della casa comunale, dopo il consueto scambio di doni una guida dell'istituzione San Michele accompagnerà la delegazione in una visita del centro cittadino e, in particolare, di quei monumenti che ricordano il passaggio dei conti di Oliva a Ozieri: le carceri del palazzo Borgia, dove attualmente ha sede il dipartimento Incremento Ippico e che sono state di recente risistemate; la Fontana Grixoni, che è fregiata dagli antichi stemmi delle famiglie nobili legate alla contea di Oliva; la Cattedrale, che conserva pregevoli pitture volute dalla nobile casata; il Museo di Arte Sacra recentemente aperto - in questi ultimi due casi con la "guida" del vicario monsignor Gavino Leone. La delegazione di Oliva sarà composta dal sindaco della città David Gonzales, dall'assessore al Turismo Imma Ibiza e dal direttore della prestigiosa rivista "El Cabdel" Vincent Canet. Il gruppo sarà accompagnato dallo storico Josep Sendra Jmolio, apprezzato docente e autore di importanti studi, saggi e articoli che raccontano degli stretti rapporti tra i conti di Oliva e la Sardegna, con particolare riferimento appunto a Ozieri - che nei lunghi secoli della dominazione spagnola nell'isola fu sempre un centro importante e vide la presenza di autorevoli famiglie nobiliari. L'incontro è organizzato grazie alla collaborazione di Fiorenzo Saturno, grande appassionato della storia di Ozieri e cultore delle vicende legate al rapporto tra Ozieri e contea di Oliva. (b.m.)