Agenzia delle Entrate La nuova sede nell'ex Burrificio

di Barbara Mastino wOZIERI Saranno i locali dell'ex Burrificio Logudoro in via Vittorio Veneto a ospitare la nuova sede dell'Agenzia delle Entrate di Ozieri. Lo ha stabilito una recente delibera della giunta comunale, emanata nei giorni scorsi dopo una prima fase di studio di fattibilità e una volta acquisito il parere positivo dell'agenzia. I locali saranno concessi in comodato d'uso gratuito per dieci anni, e l'agenzia si impegnerà a sostenere tutte le spese di gestione e ad adattare la sede alle proprie necessità ammodernando gli impianti e attivando le necessarie linee telefoniche, internet e quant'altro. Questo accordo consente di mantenere aperto a Ozieri l'ufficio dell'Agenzia delle Entrate, che secondo le recenti leggi sulla "spending review" rischiava di essere chiuso. Sarebbe stato l'ennesimo "scippo" per la città, che nel tempo ha perso - come tanti altri piccoli centri dell'intera Italia - importanti servizi al cittadino, secondo l'ormai consolidata logica della razionalizzazione e della centralizzazione imposte dalla necessità di tagliare i costi. Le norme della "spending review" stabiliscono infatti che siano i Comuni a doversi accollare i costi dei servizi destinati alla chiusura: è il caso, per esempio, dell'ufficio del Giudice di Pace, anch'esso a rischio ma per salvare il quale il Comune di Ozieri si è attivato di concerto con i Comuni vicini. Dell'argomento si era parlato di recente in una delle ultime sedute del consiglio comunale, quando un ordine del giorno presentato dal consigliere della maggioranza Impegno e Solidarietà Ivan Chessa aveva riportato l'attenzione sullo spinoso argomento. «Il Comune si sta attivando da tempo per risolvere il problema - aveva detto nell'occasione il sindaco Leonardo Ladu - e presto si arriverà a una soluzione». A distanza di pochi giorni ecco la delibera della giunta, che pone fine - come accennato - a un non breve iter preparatorio. Il palazzo dell'ex Burrificio Logudoro, situato in via Vittorio Veneto all'angolo con via Trento - nelle immediate vicinanze della casa comunale -, è nella piena disponibilità del Comune. Qualche tempo fa la giunta ha stabilito di trasferirvi la sede del Comando di Polizia Municipale, sempre nella logica delle norme che impongono la riduzione della spesa degli enti territoriali, che saranno ospitati sempre al secondo piano ma in stanze diverse. Al terzo piano, invece, resteranno gli uffici del settore Risorse Materiali e dei funzionari del settore Patrimonio dell'Asl 1, che lasceranno libere alcune stanze del secondo piano. Qui andrà a stabilirsi la nuova sede dell'Agenzia delle Entrate, che occuperà una porzione di edificio di 300 metri quadri, che comprende l'ingresso principale alla struttura da via Vittorio Veneto e quella secondario da via Trento; un disimpegno d'uso comune, l'ascensore e due altri settori costituiti da due locali ad uso ufficio, un antibagno e un bagno e dal un disimpegno ad uso esclusivo, tre uffici, due locali per archivio o tecnici per apparecchiature informatiche. Per il trasferimento si dovrà attendere qualche mese, il tempo per riadattare i locali e gli impianti.