L'ex Polveriera area di addestramento

di Barbara Mastino w OZIERI I vigili del fuoco rafforzano la presenza nel territorio con la creazione di un'area attrezzata per ospitare corsi di guida in situazioni di emergenza per i suoi operatori. L'area scelta è la ex Polveriera di Listinchedu, di proprietà del Comune che nei mesi scorsi l'ha affidata in concessione ai vigili del fuoco appunto per creare questo importante tassello del polo didattico regionale. Si tratta di un terreno di circa un ettaro e mezzo di estensione, completamente immerso nel verde e inserito in un contesto ambientale di pregio. Qui nelle scorse settimane gli operatori del distaccamento di Ozieri hanno creato un percorso adatto a ospitare corsi di "guida su terreno non preparato", ovvero accidentato, ricco di ostacoli, salite e discese, cunette e dossi, fangaie, solchi longitudinali: un terreno con vari livelli di difficoltà che in pratica ricrea le condizioni delle aree che hanno subito terremoti o alluvioni e comunque dei terreni boschivi o di campagna. Per il momento - spiega il capo del Distaccamento dei vigili del fuoco di Ozieri e responsabile degli istruttori di guida della provincia Bruno Piliu - il tracciato è lungo 850 metri, ma abbiamo già aperto un allungamento di altri 500 metri e predisposto con Gps altri 300 metri circa. In tal modo avremo una pista di più di un chilometro e mezzo, che consentirà di preparare ancora meglio i nostri corsisti. Il primo corso si è già tenuto, ha coinvolto sette operatori e si è concluso venerdì con l'esame finale del primo livello (quello del secondo livello si terrà martedì a Sassari). I corsisti sono stati preparati ed esaminati dagli istruttori Paolo Fresi, Alessandro Pisu, Franco Cadeddu e dallo stesso Bruno Piliu. A bordo dei mezzi di emergenza del corpo - le cosiddette "campagnole modulo" - i corsisti si sono cimentati, dopo il superamento di un esame orale, nella prova pratica svolta lungo il percorso di 850 metri. Al termine della prova gli esaminati sono stati tutti promossi, e hanno anche ricevuto i complimenti del comandante provinciale dei vigili del fuoco ingegner Angelo Porcu, del sindaco di Ozieri Leonardo Ladu, del responsabile dell'ufficio formazione Antonio Mura e di vari funzionari del corpo giunti a Ozieri per inaugurare questa nuova struttura, ricca di potenzialità. C'è ancora tanto da fare, come accennato, ma il primo intervento effettuato dai vigili del fuoco del distaccamento di Ozieri ha già consentito di riportare alla luce un'area abbandonata nella quale, con il tempo, si potranno forse predisporre altre nuove strutture e iniziative. All'interno del terreno, infatti, oltre alla folta vegetazione vi sono anche numerosi edifici abbandonati (uno è stato addirittura "scoperto" nei giorni scorsi in mezzo a un imponente e fitto roveto durante le operazioni di pulizia): sono i resti della Polveriera, che un tempo ospitava mezzi, attrezzature e personale. Aver riportato in auge questo patrimonio è una cosa sicuramente molto positiva, una buona notizia che si aggiunge a quella del rafforzamento della presenza dei vigili del fuoco nel territorio: un elemento importante e rassicurante in un momento come questo, nel quale si assiste a un sempre maggiore impoverimento di servizi nei territori periferici. ©RIPRODUZIONE RISERVATA