Il Budoni espugna con 2 gol il campo di Isola del Liri

ISOLA DEL LIRI Dopo aver raccolto un solo punto nelle ultime cinque uscite stagionali (pareggio a reti inviolate contro il Civitavecchia), il Budoni di Giuseppe Bacciu espugna lo stadio "Nazareth" di Isola del Liri grazie alle marcature siglate nella prima frazione dagli attaccanti Pau e Borrotzu. Il successo, che consente ai sardi di staccare i ciociari (+3) e di portarsi a quota ventidue nella graduatoria generale del raggruppamento G, è frutto di un'ottima prova a livello corale. Al 22', sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla sinistra, Pau salta più in alto del diretto marcatore e di testa firma la rete dell'1-0. Al 27' il Budoni effettua il primo cambio: esce Senese (infortunio) ed entra Matrundola, anche se tatticamente non cambia niente. Al minuto trentasette Borrotzu, sfruttando una difettosa respinta del portiere dei locali Caldaroni sulla conclusione di Sassarinio, mette a segno un gol facile facile che vale il doppio vantaggio della tranquillità. Soltanto al 44' si fanno vedere i biancorossi: la conclusione dal limite dell'area di Costantino viene murata da un difensore sardo e favorisce Giglio, ma la punta, da pochi passi, spara su Capello. La ripresa si apre con un doppio avvicendamento da parte dell'Isola Liri (Serpico e Cioffi per Costantino e Carfora). Al 5' Caligiuri cerca il jolly con un tiro a effetto dal vertice sinistro dell'area, con Capello che devia in corner con un intervento provvidenziale. All'8' esce Pau (problema muscolare) ed entra Farris, e i sardi continuano a rendersi pericolosi a folate. Al 42' l'Isola Liri, in fase di forcing disperato, ha l'occasione per rimettersi in carreggiata. Il tiro-cross di Cioffi è deviato con il braccio dal centrale dei sardi Nnamani, e per il signor Chiavaroli di Pescara è calcio di rigore per i padroni di casa. Giglio si incarica della battuta, ma sulla sua strada trova ancora una volta il portierone del Budoni che sventa la minaccia.