La Verde si complica la vita


SALERNO 25 : VERDE VITA 21- : ITC SALERNO:Federspieler 2, Avram 2, Finelli,
Ettaqi 2, Miladinovic, Coppola 3, Prunster, Lamberti, Crvenkoska 9, Bordon, Anisenkova, Pavlyk 4, Vijunaite 3, Pastore. All. Andreasic.
VERDE VITA:Porini, Ara, Corda, Chernova 7, Onnis, Musina, Albertini, Contini 1, Morreale, Balsanti 1, Mladenovic 4, Bobrovnikova 1, Ganga 4, Pastor 3. All. Milatovic.

ARBITRI:Mondin e Cropanise di Torino.
NOTE:al 4' infortunio alla Bobrovnikova.
SASSARI.Inaspettata battuta d'arresto per la Verde Vita che scivola con onore in trasferta a Salerno per 25-21, va sotto 1-0 nella serie di finale scudetto della A1 femminile di pallamano e è ora obbligata a vincere gara2 con 5 gol di scarto, nel match in programma sabato al PalaSantoru, per poter riconquistare lo scudetto strappandolo proprio alle campane.
In una affollata palestra 'Palumbo" è andata in scena l'ennesima replica di quello che ormai è a tutti gli effetti il derby d'Italia dell'handball in rosa, scontro fra due formazioni che negli ultimi otto anni si sono alternate sul gradino più alto del podio, con netta supremazia sassarese (sei scudetti) rispetto ai due tricolori vinti dalle salernitane. Il bilancio dei confronti 2010-2011 diceva 4-0 per la Verde Vita.
Dal primo dei 60' di gara1 di finale scudetto, è battaglia. Il punteggio è basso, la difesa campana è efficace e ruvida, ne fa le spese la Bobrovnikova che al 4' colpita duro in un contrasto è caduta a terra battendo la schiena e non è più rientrata. L'assenza della russa è pesante, c'è equilibrio sul parquet, con la Itc di Andreasic a guardia del fattore campo e la Città dei Candelieri a sfruttare la buona vena dell'ex Irina Chernova per tentare il colpaccio. Al 12' è 4-6, le padrone di casa colpiscono su rigore, all'intervallo è però Salerno a chiudere avanti 14-13.
Anche la ripresa è un turbinio di rincorse ed emozioni. Ganga per il 16-17, ma sono le battute finali che decidono l'incontro. Le reti della Crvenkoska sono macigni, la Bordon chiude la porta ai tentativi di riscossa sassaresi, Salerno taglia il traguardo sul +4 e pensa al tricolore. Sassari è sconfitta, arrabbiata ma sicuramente carica e capace di compiere l'impresa, spinta dal passionale entusiasmo del suo pubblico. Serve una vittoria alla Città dei Candelieri, in quella che senza dubbio sarà la più importante gara della sua stagione. Sassari si prepara a vivere l'attesa, pronta a scatenarsi a sostegno del sogno della Verde Vita.

Giovanni Dessole