Viaggio fotografico fra le chiesette di campagna

VILLANOVAFORRU.Il paese dei musei apre le sue proposte culturali anche ai privati e nel chiostro dell'hotel «Funtana Noa», fino al 31 maggio, sarà possibile visitare l'interessante mostra fotografica sulle chiese campestri medioevali della Sardegna. L'insolita vetrina, che ospita le immagini raccolte nel suo peregrinare tra i salti dell'isola dal fotografo-ricercatore Maurizio Serra, è stata resa possibile grazie alla sensibilità dei titolari della struttura ricettiva i quali hanno accolto con entusiasmo l'iniziativa. La mostra presenta le immagini di 50 chiese, in prevalenza monumenti rurali del periodo romanico, sicuramente lo stile più significativo ed affascinante del medioevo sardo. Tutte le chiese sono definite 'campestri" in quanto si trovano al di fuori delle cinte urbane con molte di queste situate in suggestive località, immerse in accoglienti scenari naturalistici. L' esposizione è curata dall'associazione «Nostra Sardegna» e dal sito chiesecampestri.it e vuole essere un invito rivolto non solo ai turisti ma anche ai residenti perché spinti dalla curiosità facciano proprie le bellezze dell'isola tutelandole e salvaguardandole. Chiese campestri che assolsero non solo a funzioni cultuali come luoghi di riferimenti spirituali ai quali si rapportavano villaggi, monasteri, fattorie ma anche a segni di vita quotidiana che nei secoli scandirono il divenire delle genti sarde e delle quali bisogna preservare la storia e la memoria.

Tigellio Sebis