Un'esperienza nella Tenuta Lochiri


Se volete fare una esperienza diversa che metta d'accordo cultura e gastronomia andate alla Tenuta Lochiri tra Berchidda e Oschiri. Proprio qui frà Bonaventura da Calangianus, morto in odore di santità, ha ospitato, con la sua famiglia, Grazia Deledda e dato conforto a Sebastiano Satta in un momento assai difficile e Mafalda di Savoia, ma anche i pellegrini di passaggio dalla Gallura al Monte Acuto e Logudoro.
Qui, insomma, i riti del corpo si sono intrecciati e confusi con quelli dello spirito. Oggi la tenuta oltre a produrre un eccellente olio extravergine di oliva, accoglie gli ospiti con un tocco di grande raffinatezza. In menu, in questa stagione, straordinari fritti di fiori di zucca, involtini di melanzane, ravioli di carne fritti, l'originale insalata di fragole, pomodori, menta e scorzette di limone. Ma attenzione, non stiamo parlando della qualità che caratterizza molti agriturismo nei quali spesso conta più la quantità della qualità. Questo è un locale che può dare punti ai migliori ristoranti e può essere un punto di riferimento per quanti blaterano di rilancio del turismo. Ogni metro di spazio è cultura, ogni piatto è un emozionante viaggio nel passato e un progetto di futuro.
Assaggiate i ravioli di formaggio con scagliette di pecorino fresco e basilico, gli gnocchi di patate con origano e pomodorini, prima dell'exploit della zuppa degli sposi montina, immutata da secoli, irresistibile nella sua biblica semplicità, e saprete.
Tra le carni il porcetto di cottura perfetta e i bocconcini di agnello con salsa di rose. Dulcis in fundo un timballo dolce con mandorle e uva passa da farti perdere la testa.
Prezzo medio intorno ai 35 euro. Chiuso il lunedi.

Oschiri, Tenuta Lochiri.tel. 339.1197266.

Pasquale Porcu