Oggi si parla dei Consorzi di Bonifica

OZIERI.Si parlerà anche della situazione del Consorzio di Bonifica del nord Sardegna oggi a Cagliari nell'assemblea convocata dall'assessore regionale all'Agricoltura Andrea Prato con commissari e presidenti degli enti sardi. Si farà il punto della situazione dei consorzi, per i quali si sta tentando di porre rimedio a quello che il commissario del Cdb di Ozieri Vanni Fadda definisce 'un vero"attentato". «La legislazione Soru - dice Fadda - ha prelevato coattivamente l'acqua delle dighe realizzate dagli amministratori consortili negli anni Ottanta. Il beneficio di questo prelievo è andato verso il potere centralistico del capoluogo regionale. Sono stati costruiti fittizi ambiti territoriali ascrivibili al Consorzio di bonifica che ricomprendono, è vero, acquedotti rurali, strade, ponti, interventi di bonifica e attività di servizio a beneficio di utenti extra agricoli: oggi però tutto questo è abbandonato a se stesso. Da titolari di infrastrutture agro zootecniche, e in particolare di irrigazione, i consorziati sono stati costretti a ricomprare la loro acqua per poi mettersela in rete e faticosamente distribuirla nei campi». (b.m.)