Un gioiello nella chiesa campestre

VALLEDORIA.È stato un momento di grande stupore e significativo quando in occasione della festività di San Giuseppe artigiano, celebrata nella piccola chiesa campestre, don Cristian Garau, ha mostrato ai fedeli presenti alla santa messa il nuovo altare che poco prima era ricoperto da un velo bianco. Successivamente, nel corso della funzione religiosa don Garau ha proceduto alla benedizione dell'altare (realizzato con cornici lignee), fasciato con marmi preziosi e con ai lati bassorilievi rappresentanti la Sacra famiglia, con al centro due angeli. L'altare è stato progettato e realizzato dall'appassionato scultore Gianni Migliori. Inoltre nella giornata di domenica sono state allestite in sacrestia, e curate dalla professoressa Maria Martinazzi, sia una mostra fotografica storica del territorio sia una relativa alla flora e alla fauna esistente lungo le sponde e nella foce del fiume Coghinas, molto apprezzate da parte dei visitatori. Cosi, come molto apprezzata è stata la consultazione della bozza della raccolta di racconti e poesie riguardanti il territorio. Intanto gli organizzatori dell'evento fanno sapere che vi è stato notevole interessamento da parte dei cittadini di Valledoria a costituire un'associazione a scopo culturale per tenere viva la memoria della cultura e delle tradizioni del passato relative al territorio della bassa-valle del Coghinas. La chiesa rimarrà aperta nei pomeriggi di sabato e domenica dalle 15 alle 19. Per informazioni rivolgersi a Gianni Migliori.

Giulio Favini