Uno «Sviluppo voluto»

OZIERI.Si è tenuto nei giorni scorsi il secondo incontro con i sindaci per discutere del progetto di «Sviluppo voluto» promosso dal Consorzio di bonifica del Nord Sardegna. I sindaci si sono riuniti a Bono alla Comunità Montana del Goceano con il commissario Vanni Fadda, l'assessore all'Ambiente della Provincia di Sassari Pino Ortu, i rappresentanti di Coldiretti, Confagricoltura e Cia. Secondo il sindaco di Bono e presidente della Cm Piero Molotzu il progetto 'si colloca perfettamente all'interno delle iniziative già avviate dalla Comunità Montana per l'inserimento nella programmazione regionale di un piano per le zone interne dell'isola", già presentato all'assessore regionale alla Programmazione Giorgio La Spisa. Ad esso sono seguite iniziative che hanno l'obiettivo di spingere la Regione a rivedere le leggi sugli enti montani. 'Le nostre zone - ha detto Molotzu - devono diventare luoghi di esaltazione delle nostre ricchezze e non di ricreazione per gli abitanti delle città". Il commissario Fadda ha illustrato le ragioni che l'hanno indotto a costruire il progetto, sottolineando 'la congiunzione data dalle diversità delle eccellenze ambientali legate dall'acqua salata di Castelsardo, Valledoria e Badesi e a quella dolce che dai monti del Goceano e Monte Acuto giunge al Campo di Ozieri". Una proposta 'intrigante", secondo il sindaco di Bultei Andrea Fenu, che con ottimismo ha lodato 'la diversità di approccio al tema della riscossa territoriale delle aree interne, che ci fa sperare che le aspettative costruite nei decenni possano trovare sbocco positivo". (b.m.)