Gianni Clerici, storie di un giornalista-poeta

Uno scrittore prestato allo sport. Cosi, Italo Calvino defini Gianni Clerici. Un amore irriducibile quello di Clerici per il tennis, sconfinato nella letteratura dove quasi ogni pagina dei suoi romanzi e delle poesie se non parte da una pallina bianca (oggi gialla) di sicuro vi approda o viceversa. Il volume 'Il cantastorie instancabile" vuole rendere omaggio a un uomo che ha vissuto facendo del tennis, più o meno consapevolmente, una ragione di vita. Un modo diverso di leggere e raccontare lo sport.
Il libro è stato scritto da Veronica Lavenia, dottore di ricerca in lingue e letterature iberiche e iberoamericane. Ha pubblicato saggi scientifici su riviste accademiche nazionali ed internazionali. L'altro autore è Piero Pardini, giornalista pubblicista. Scrive come freelance per alcune riviste di tennis. Il volume (16 euro) racconta la vita e le... avventure di un giornalista-scrittore che agli inizi della carriera si è visto spesso respingere i suoi scritti che ora in molti vorrebbero. (r.m.)