Turismo, ventitrè itinerari da scoprire

NUXIS.Alla Bit di Milano per nuove proposte turistiche. Sarà il Consorzio «L'Altra Sardegna» a presentare alla stampa specializzata di tutto il mondo degli itinerari suggestivi per vacanze «all season». E' una grande opportunità di promozione dei territori di tutta l'isola, in particolare quello del sud ovest sardo. La prima proposta è incentrata sui «Percorsi dello Spirito», cioè un itinerario in auto da Golfo Aranci a Santadi. Il secondo progetto prevede un percorso, denominato «Grande Randonee Sardo», con attività di trekking e nordic walking, da Dorgali a Teulada. La conferenza stampa, tuttavia, punterà in modo particolare sulla prima proposta, cioè quella di una vacanza speciale attraverso i luoghi più spirituali e magici della Sardegna. Secondo i tecnici del Consorzio Turistico «L'Altra Sardegna» le 28 tappe di questo originale percorso offrirebbero ai visitatori benessere spirituale, senso dell'armonia e gioia di vivere. Si tratterebbe di una scoperta dell'uomo preistorico che traeva benefici particolari dall'energia magnetica presente in certi siti. Sull'argomento si confrontano, ormai da diversi decenni, studiosi di tutto i mondo con parerei spesso contrastanti. Si tratta, comunque, di una teoria suggestiva. Non è male applicarla al turismo anche perché questo si alimenta spesso e volentieri col mito: attrattiva irresistibile per i vacanzieri di tutte le latitudini. Tornando all'itinerario e facendo riferimento al territorio del Sulcis Iglesiente, i siti classificati fra quelli magici sarebbero: Parco panoramico e Castello di Acquafredda; l'uliveto millenario di S'Ortu Mannu; Grotta di Santa Barbara nella miniera metallifera di San Giovanni e Porto Flavia di Masua; Tempio punico-romano di Antas, a Fluminimaggiore; Monte Sirai e la Grande Miniera carbonifera di Serbariu. Ancora: Laghetto nuragico di Grutti Acquae, a S. Antioco; Chiesa Romanica di santa Maria di Monserrato e Borgo Medioevale di Tratalias; Chiesa bizantina di S. Elia (Nuxis). Infine: Villaperuccio, Villaperuccio,necropoli neolitica di Montessu; Santadi, Tomba dei Giganti di Barrancu Mannu; Punta Sebera, gran complesso boschivo mediterraneo (Teulada, Domusdemaria e Pula). L'altro itinerario, quello del Randonee Sardo è un vecchio pallino del Consorzio, sin dal 1984 quando fu sperimentato nel territorio. Oggi viene riproposto in un contesto più importante come quello della Bit di Milano. L'iniziativa è stata valutata in modo positivo dall'assessorato al turismo della Regione che l'ha inserita nel proprio programma di promozione dell'isola alla Bit ed ospita il Consorzio nel proprio stand espositivo.

Enrico Cambedda