I deputati del Pd all'Inpredil

SAN SPERATE.Non abbassano la guardia i lavoratori dell'Inpredil. Un nuovo presidio dei dipendenti della fabbrica di laterizi, ai bordi della Carlo Felice, è previsto oggi alle 10.30 davanti ai cancelli della fabbrica. L'annuncio arriva dai deputati sardi del Partito democratico che parteciperanno alla manifestazione: ‹‹Gli operai dello stabilimento, insieme alle organizzazioni sindacali e ai sindaci cominceranno una nuova mobilitazione in difesa dei 70 posti di lavoro››. I parlamentari del centrosinistra, prima firmataria Amalia Schirru, auspicano una soluzione della vertenza: ‹‹L'Inpredil era, fino a qualche settimana fa - recita il documento - l'unica azienda del territorio che sembrava non essere interessata dalla crisi ma l'azienda deciso di chiudere i battenti».
La deputata non esclude che la vicenda possa essere portata anche all'attenzione della Camera: ‹‹Nell'esprimere la solidarietà ai lavoratori c'è da sperare che da parte dell'azienda, nonostante le difficoltà esistenti, come i debiti pregressi, i costi energetici, ci sia un attento ascolto dei lavoratori che chiedono l'approvvigionamento dei forni per mantenere la produzione, nonché il rispetto degli impegni per le commesse››. I parlamentari dei democratici promettono un sostegno ai dipendenti in lotta per la salvaguardia del posto di lavoro: ‹‹In attesa di una verifica della situazione contabile e gestionale dell'azienda, come pure la messa a punto delle misure di sostegno richieste dal gruppo regionale del Pd alla Giunta vogliamo sperare che si continui a fare il possibile per salvare questa realtà produttiva», conclude il documento sottoscritto da Caterina Pes, Giulio Calvisi, Guido Melis, Siro Marroccu e Paolo Fadda. (lp)