«Franco? Rapito dagli Ufo»


di Claudio Zoccheddu
ORISTANO. Tragica fatalità o misterioso rapimento? La storia di Franco Caddeo, ex antennista oristanese appassionato di pesca, è sembrata da subito la cronaca di una drammatica giornata di mare. Eppure da qualche giorno, sulla rete di Internet, rimbalzano indiscrezioni che sembrano arrivare dalla serie tv 'X-Files".
Casi irrisolti a causa di una componente ritenuta paranormale. Tuttavia, la descrizione della giornata di venerdi 28 agosto pare solo il preludio di un tragico destino. Infatti, il pescatore dilettante aveva noleggiato un gommone a Mandriola, nella marina di San Vero Milis. Dopo aver caricato nell' imbarcazione due canne da pesca ed essere salito a bordo da solo Franco Caddeo aveva preso il largo. Voleva fare traina fino a Foghe, ma il pescatore non è mai arrivato in Planargia. Il suo gommone è stato avvistato alla deriva dopo poche ore e, nonostante i tempestivi soccorsi, non è mai stata trovata traccia dello sfortunato antennista.
La prima ipotesi, la più plausibile prendeva in esame la possibilità di un malore improvviso, l'unico responsabile di uno scivolone in acqua che sarebbe costato la vita al pescatore che, ufficialmente, dopo 12 giorni di ricerche, risulta essere ancora disperso. Poi alcuni siti internet hanno iniziato a proporre spiegazioni 'alternative". Quello che nessuno si sarebbe mai aspettato di leggere è stato pubblicato soprattutto sulle pagine virtuali di 'Luogocomune" e 'L'alternativa Isaia". In quelle pagine si scopre che Franco Caddeo, che scriveva utilizzando il nomignolo 'Frankad", era un attivo collaboratore che si era distinto e aveva intrapreso una sorta di crociata per cercare di svelare il mistero delle scie chimiche. Secondo i sostenitori della tesi del complotto, sarebbe legato ad alcune sostanze chimiche che verrebbero disciolte nell'aria per per scoprire il segreto del controllo del clima. Caddeo era un fermo sostenitore di questa tesi, tanto da aver montato un video cliccatissimo su 'Youtube" che analizzerebbe proprio questo strano fenomeno. Quindi, una volta che sul net si è diffusa la notizia della sua sparizione, sono arrivati numerosi commenti di persone che non credono alla tragica fatalità ma sostengono altre tesi. Il commento più convinto è firmato da Nicoletta Forcheri: 'Franco Caddeo, ricercatore della verità ed esperto in scie chimiche, è disperso in mare. Si può dire che è scomparso senza lasciare traccia, svanito nel nulla, in una sparizione cosi sospetta da fare pensare alle modalità dei rapimenti 'Ufo"». Ora c'è anche chi si preoccupa di recuperare i suoi documenti più probanti, salvarli velocemente prima che ai 'piani alti" decidano di farli sparire.