Due arresti per il furto del camion uno è un ex dipendente della Bartolini


di Gianni Bazzoni
SASSARI.Sono stati arrestati dagli agenti della squadra mobile della questura le due persone che, l'altra mattina, hanno rubato un camion del corriere espresso della Bartolini carico di materiali tecnologici per un valore di circa 130mila euro.
Si tratta di un ex dipendente della Bartolini, Fabio Palmisano, 24 anni, fino a giugno in servizio con contratto stagionale (e attualmente disoccupato), e Gavino Palitta, di 30, carrozziere, entrambi sassaresi e con precedenti quasi insignificanti. Sono accusati di furto aggravato in concorso: dopo la notte trascorsa nelle camere di sicurezza della questura, sono comparsi davanti al giudice monocratico del tribunale che ha convalidato l'arresto e disposto la detenzione domiciliare per entrambi. Denunciata in stato di libertà la moglie di Palmisano, una donna sassarese di 30 anni, che si trovava in auto con lui al momento del fermo. I dettagli della vicenda sono stati chiariti ieri mattina nel corso di una conferenza stampa tenuta in questura dal sostituto commissario Roberto Piliu e dall'ispettore capo Pierfranco Tanca.
Il piano, messo a punto con cura, è scattato venerdi mattina in pieno centro ad Alghero, in via XX Settembre. Il corriere è sceso dal camion per consegnare un plico, ha chiuso a chiave lo sportello e si è allontanato: in quel momento è arrivato Gavino Palitta che, utilizzando una copia di chiavi (secondo gli investigatori riprodotta arbitrariamente da Fabio Palmisano durante il periodo in cui ha lavorato per la Bartolini) ha aperto il camion rosso, ha messo in moto ed è partito. Il corriere, quando è tornato in strada ha visto con sorpresa che il suo camion era sparito e dopo una breve esitazione ha dato l'allarme.
Palitta si è diretto verso Olmedo dove - evidentemente - aveva appuntamento con il complice Fabio Palmisano che l'aspettava a bordo della Renault Clio sulla quale c'era anche la moglie. Durante il viaggio, però, il mezzo è stato notato da un altro corriere che ha rilevato l'anomala presenza nel territorio e ha chiesto chiarimenti alla direzione. In pochi attimi nella zona è arrivata una pattuglia della squadra mobile ed è cominciato un breve inseguimento. Gavino Palitta ha abbandonato il camion e ha tentato la fuga a piedi, ma è stato bloccato proprio mentre tentava di raggiungere la «staffetta». Fermato anche Fabio Palmisano. La merce contenuta nel mezzo (computer portatili, video, macchine fotografiche e altro materiale) è stata restituita all'azienda di spedizioni.