Moby Prince, spunta una nuova verità

LIVORNO.Alle battute finali l'inchiesta-bis sulla tragedia del Moby Prince, avvenuta il 10 aprile del 1991. Il traghetto speronò, all'uscita dal porto di Livorno, la petroliera Agip Abruzzo e prese fuoco. Morirono 140 persone, tra cui trenta sardi. Nell'ottobre del 2006, la Procura di Livorno ha riaperto l'inchiesta sulla base di un esposto presentato dall'avvocato dei familiari delle vittime, Carlo Palermo. Nello scenario prospettato nell'istanza di Palermo, diventa verosimile che il Moby Prince si trovò inconsapevolmente al centro di un traffico d'armi coperto che era in corso quella sera nel porto di Livorno. Le conclusioni della Procura sono attese entro poche settimane.

MANNIRONI a pagina 5