I Verdi nella lista Rossomori

CAGLIARI.I Verdi della Sardegna saranno presenti alle elezioni nella lista civica autonomista ambientalista Rossomori, che appoggia Renato Soru. Lo hanno deciso i referenti provinciali con il garante nazionale Marco Lion, prendendo atto delle difficoltà organizzative a presentare in tutte le otto province sarde una lista autonoma del Sole che Ride. I Verdi parteciperanno alla lista Rossomori - fondata dagli esponenti sardisti che hanno abbandonato il partito dopo la scelta dell'alleanza con il centrodestra - con propri candidati «ben riconoscibili per la loro militanza ambientalista ed eco-pacifista». Dalla riunione è emersa anche la volontà di ricostituire le federazioni dei Verdi in tutte le province con l'obiettivo di rimettere in piedi a breve la federazione regionale del partito.
Sardigna Natzione.Nessuna spaccatura all'interno di Sardigna Natzione. Lo precisa il coordinatore nazionale, Bustianu Cumpostu, commentando notizie di stampa su presunti strappi tra gli indipendentisti di Sni per il mancato accordo con il centrosinistra di Renato Soru.
Nel ripercorrere le tappe che hanno portato alla decisione di Sardigna Natzione di correre da sola alle regionali di metà febbraio, il leader indipendentista spiega di aver avuto da Soru una proposta simile «a quella fatta a Irs per entrare a far parte del centrosinistra italiano», ma che la stessa proposta «portata in Consiglio natzionale non ha avuto nessun voto a favore». Sulla posizione di Silvano Camedda (consigliere di Sni), Cumpostu sottolinea che la «dissidenza» da lui manifestata ha riguardato solo «la scelta del simbolo di Unidade indipendentista».