La guerra entra nello sport Contestata una israeliana, solidarietà alla Palestina

AUCKLAND. Un gruppo di spettatori ha disturbato l'inizio del match di tennis tra l'israeliana Shahar Peer, contro la russa Elena Dementieva, per protestare contro l'offensiva di Israele nella striscia di Gaza. La partita era valida per i quarti di finale del torneo di Auckland. La Peer, 21 anni, ha perduto 6-3, 6-1, ma non ha preso a pretesto la rumorosa contestazione per giustificare la sconfitta.
Solidarietà verso la Palestina da Frederic Kanoutè, dopo il 2-0 che l'attaccante del Siviglia ha realizzato al La Coruna nell'andata degli ottavi di Coppa del Re. Kanoutè, che è solito celebrare i suoi gol con le dita al cielo, ha preferito stavolta alzare la casacca e mostrare una t-shirt totalmente nera con una scritta in sostegno della Palestina nel conflitto con Israele. Ammonito, rischia una multa poichè in Spagna è proibito esibire motti politici o religiosi.