L'Eurospin vola in finale

SASSARI.Salta la partita di ritorno con la Riozzese e l'Eurospin Torres approda senza fatica alla finale di Coppa Italia. Dopo il 2-1 maturato all'andata sul campo della squadra lombarda, le sassaresi non sembravano nutrire grandi ansie per strappare la qualificazione all'ultimo atto di un torneo già vinto 6 volte e che costituisce sempre un importante obiettivo stagionale. La semifinale di ritorno si sarebbe dovuta disputare questo pomeriggio a Codrongianos, ma con un comunicato la società ospite, a sorpresa, ha espresso la sua volontà di rinuncia e spiegato le motivazioni, anche questa volta legate a insormontabili problemi di viaggio.
L'insularità sta pesando sempre più sulle manifestazioni sportive e non solo per le formazioni sarde, a dispetto della tanto propagandata continuità territoriale. Come il Carpisa Napoli, che aveva dato forfait per il ritorno dei quarti, anche la Riozzese si è vista costretta a dare via libera alle rossoblù senza completare la sfida sul campo. Una decisione che ha visto d'accordo il presidente Mileto Faraguna e il tecnico Franco Lanzani, che nel comunicato parlano di «oggettiva impossibilità di effettuare le prenotazioni dei voli di andata e ritorno con qualsiasi compagnia, dato il concomitante ponte festivo del 2 giugno».
Se il Napoli aveva peccato di leggerezza nell'organizzare la partenza, non altrettanto può imputarsi alla Riozzese che ha compiuto i primi tentativi di prenotazione nei primi giorni di maggio, prima di affrontare il ritorno dei quarti col Sezze. Restava l'alternativa via mare, ma la trasferta sarda si sarebbe allungata di diversi giorni (partenza venerdi sera, rientro a casa lunedi) e a quel punto l'ostacolo era la piena disponibilità di squadra e staff societario al seguito per cosi lungo tempo, senza tralasciare i costi del soggiorno. Inevitabile rinunciare alla gara, con dispiacere della Riozzese che avrebbe voluto dare battaglia alle blasonate avversarie fino all'ultimo, ma anche della Torres che avrebbe gradito questo collaudo sul campo prima di affrontare i centottanta minuti decisivi, quelli che assegnano l'ambita Coppa e che sarà contesa con tutta probabilità al Bardolino.
La squadra veneta, che ha fatto il grande slam l'anno scorso e vuole ripetersi anche in questa stagione, si è imposta per 1-0 sul Monza all'andata e cerca in Brianza il biglietto per sfidare ancora le sassaresi, battute in campionato, in un grande confronto dal sapore di rivincita e che regalerà spettacolo.
Sandra Usai