Il giostraio a riposo: nuova raccolta di poesie di Marella Giovannelli

OLBIA.La cultura supera gli steccati politici. Fino a qualche giorno fa nessuno avrebbe immaginato un tale scenario: Gianni Giovannelli, il sindaco del centrodestra eletto, a casa di Nardino Degortes, il candidato sconfitto, in una sala affollata di politici di centrosinistra (per la maggioranza erano presenti solamente Giovanni Cassitta e Uccio Iodice). Invece, l'evento si è verificato due sere fa. Alla base non c'era nessuna motivazione politica, ma solo un incontro culturale: la presentazione di «Il giostraio a riposo», il libro di poesie di Marella Giovannelli (foto), la sorella del sindaco di Olbia.
A introdurre l'autrice il noto poeta gallurese Franco Fresi, mentre Mauro Orrù ha recitato alcuni brani della raccolta e Mauro Mibelli si è occupato della parte musicale. «Ognuno di noi - ha sottolineato l'autrice nell'introduzione - a un certo punto della vita, e per motivi diversi, può sentirsi un giostraio a riposo. Ecco, io dedico il mio lavoro a chi su quella giostra è appena salito, a chi ancora gira e a chi è già sceso».
La raccolta di poesie contiene moltissimi elementi autobiografici dell'autrice, ma ad avere un ruolo predominante sono i quattro elementi che costituiscono la materia dell'universo. «Fuoco, terra, acqua e aria mi sono sembrati i compagni di viaggio più adatti per seguire il percorso di questa raccolta», afferma ancora la Giovannelli.
La prefazione del libro è stata curata dal noto antropologo Bachisio Bandinu, le illustrazioni originali sono di Lino Pes, mentre la pubblicazione è ad opera di Edizioni Della Torre. Prima di dare alle stampe «Il giostraio a riposo» Marella Giovannelli aveva già pubblicato tre raccolte di poesie: «L'estranea», «Mareamore», «Equatore celeste» oltre al libro «Porto Rotondo, storia di un'emozione». (al.pi.)