Alla Nuorese basta un gol di Caridi


NUORESE - CISCO ROMA:1 - 0
NUORESE:Capello, Medda, Zaccarelli (17' st Esposito), Festa (11' st Panetto), Sanna (1' st Napolioni) Caridi, Cosenza, Dentamaro, Di Piedi, Oliveira, Guaita. All. Marco Osio. A disp.: Manis, Masia, Cangelosi, Cirillo.
CISCO ROMA:Paoletti, Teani, Zamperini, Bianchi, Padella, Cottini, Santarelli, Pantano (20' st Riolo), Guglielmelli (32' st Costanzo sv), Di Canio (cap.), Alessandri. All. Gagliardi.
ARBITRO:Barbeno di Brescia.
RETI:15' st Caridi (Nuorese).
NOTE:spettatori 800. Corner: 6-3 per la Nuorese. Ammoniti: Guglielmelli e Teani per gioco falloso, Guaita e Di Canio per proteste.
NUORO.In un clima africano la Nuorese battendo col punteggio di 1-0 la Cisco Roma mette in cascina tre punti che potrebbero consentirle di passare il turno di Coppa Italia. Sul piano del gioco è stata una Nuorese a due facce. Quella del primo tempo sembrava la lontana parente della squadra vista contro la Torres. A giustificazione della brutta prestazione c'è da dire che il gran caldo ha condizionato la prestazione delle due squadre anche se la Cisco ha mostrato, almeno nel primo tempo, di voler vincere la partita. I romani, guidati da un Paolo Di Canio ancora in grado di deliziare il pubblico con giocate di classe, ha provato a fare la gara andando più volte vicina al gol. Nella ripresa la Nuorese è passata in vantaggio con Caridi che ha segnato il gol rivelatosi decisivo. Osio ha mandato in campo una formazione in cui hanno trovato spazio le seconde linee. In porta ha giocato Capello, in difesa Medda, Festa, Caridi e Zaccarelli. A centrocampo in cabina di regia si è rivisto Sanna con Dentamaro e Cosenza. In attacco Di Piedi è stato affiancato da Oliveira e Guaita. Gagliardi ha risposto con Paoletti tra i pali, Teani, Cottini, Padella e Zamperini in difesa, Di Canio in posizione di centromediano, coadiuvato da Santarelli, Bianchi, Pantano. In attacco si sono mossi Guglielmelli e Alessandri.
Parte bene la Cisco che cerca di imporre il proprio gioco. La prima azione pericolosa però è della Nuorese che rischia di beffare Paoletti con un tiro-cross di Cosenza. Ma da qui in avanti si vede solo la Cisco che crea cinque occasioni nel giro di dieci minuti. Al 17' Di Canio ruba palla a Sanna che serve Guglielmelli che viene fermato fallosamente. Sulla palla si porta Di Canio che da venticinque metri coglie la traversa. Due minuti dopo Guglielmelli sfiora il gol mancando il tap in su cross dalla destra di Pantano. La Nuorese, che non riesce trovare il ritmo partita, si affida a manovre lente e macchinose. Dopo una fase di stanca la Nuorese si rende pericolosa su corner con Caridi che di testa sfiora il palo.
Nella ripresa Osio inserisce Napolioni al posto di Sanna. La Nuorese parte con un altro piglio e si rende pericolosa con Di Piedi al 6' che da buona posizione non riesca a servire Oliveira solo al centro dell'area. Dopo un dominio territoriale la Nuorese passa in vantaggio al 15' con Caridi che di tacco corregge in gol un corner battuto da Guaita. Al 28' sugli sviluppi di un angolo per la Nuorese la Cisco in contropiede va vicina al pari con Alessandri. Nel finale Di Canio reclama un rigore per un fallo di Panetto, ma l'arbitro lascia correre e ammonisce l'ex laziale.
Giuseppe Sanna